Sabrina Gatti – Il trono dei poveri – “Affinché felicità e amore non siano solo una pallida illusione”

Gli ultimi tra gli ultimi, le mille voci del dolore, la vita, nella crudele inclemenza della materia di cui è plasmata la realtà. Sofferenza, guerra, malattia e morte, discriminazione sociale e sessuale, disagio psicologico e mancanza di lavoro. Un tempo breve o lungo, l’arco dell’esistenza, ma dove ogni istante sembra essere solo, l’atroce attesa di una nuova sventura, di nuove lacrime che mai verranno asciugate, di nuove ferite, che mai troveranno guarigione, mentre i momenti di letizia appaiono così lontani, distanti, addirittura irraggiungibili.

Eppure questo non può essere possibile, non deve essere possibile, che le ombre trionfino sulla luce, e che l’afflizione e la pena possano divenire l’essenza dell’essere, quando invece non il tormento e la paura, ma il sogno, è l’energia che l’anima guida mentre la speranza, è la rosea scintilla, che il cuore umano non abbandona mai e che il coraggio e la forza, dona fino all’ultimo istante dell’esistenza, di credere in un domani migliore e di combattere perché felicità e amore, amicizia e affetto, non siano solo una pallida illusione e perché i sogni non siano solo candide nuvole spazzate dal vento ma come i più splendenti raggi del sole, il posto delle ombre nella vita…prendano per sempre.

Una nuova raccolta, prosa e poesia che si fondono insieme, per dipingere, come in un acquerello, il nero dell’esistenza, il dolore e la paura, la malattia e la guerra, e la discriminazione, voglia essere sociale o sessuale. Il nero ma anche il rosa,
l’energia del sogno, la fiducia nel domani, che unite insieme donano all’anima quella forza che ogni cosa è in grado di affrontare, combattere e vincere, e che come una luce, la mente e il cuore guida sulla strada della speranza, che ogni scintilla di vita, non sia solo una vuota illusione, ma una splendente e meravigliosa realtà.

* * *

Sabrina Gatti, sociologa, master in diritto internazionale umanitario,professore associato in Creative Writing presso la Selinus University. Membro dell’A.N.S.(Associazione Nazionale Sociologi) e dell’A.S.A. (American Sociological Association). Artista digitale, scrittrice e collaboratrice di vari periodici.

Nata a Milano ma padernese d’adozione, esordisce nel 2011 con la silloge poetica ‘’La pioggia sui vetri’’. Tra i suoi scritti due raccolte di racconti: ‘’Schegge di vita’’ e ‘’Le ombre del tempo’’, altre quattro raccolte di liriche ‘’Il riflesso dell’anima’’ ,‘’Profumo di menta’’, ‘’Le fiamme e la rosa ’’, ‘’Vivere e non vivere’’, due saggi: ‘’Lieve ed eterna come un fiore. La Florigrafia, analisi storico-sociologica di una forma di comunicazione non verbale’’, e ‘’Florigrafia, il linguaggio dei fiori’’, e due romanzi ‘’Narcisi bianchi ’’e ‘’Splendente armonia’’.

CTL (Livorno)

2020

160 pagine, edizione illustrata