“Giustamente puniti con la morte” – Pensiero del giorno

foto Pixabay

«Buongiorno Signor Piazza. Con attenzione ho seguito i vostri articoli soprattutto quello di oggi sul 11 settembre […]. so che lei con il suo lavoro contro “l’islamismo” non farà molta strada ne la condurrà alla vittoria, anzi perderà. Per questo un messaggio da parte di un musulmano: ci conosca e parla con noi ma non ci combatta, altrimenti può fare la fine dei dipendenti di Charlie Hebdo (giustamente puniti con la morte)»

* * *

Il Pensiero del giorno è assegnato all'(a noi ignoto) estensore di questo testo minatorio, inviato al pubblicista Stefano Piazza. Della sentenza di assoluzione (in prima istanza) parla il direttore del Corriere Fabio Pontiggia nel suo editoriale di ieri. Ne consigliamo vivamente la lettura.

Si può scrivere “giustamente puniti con la morte”? Probabilmente sì, in grazia del diritto alla libera espressione del pensiero.

Che tuttavia non vale sempre, come recita il 261bis (e probabile estensione…)

Vale per i tapini trucidati a Parigi (dopo tutto se la son cercata).