La Madonna di Medjugorje non appare più alla veggente | Fede all’epoca del Coronavirus

Mirjana Dragicevic, è nata 55 anni fa a Sarajevo. Dal 24 giugno 1981 al 25 dicembre 1982 avrebbe avuto apparizioni quotidiane della Madonna, nelle quali le sarebbe stato anche rivelato “il decimo segreto” (conosciuto da lei e altri due veggenti, Jakov e Ivanka). Ora, afferma che il 2 di ogni mese, è in stretto contatto con la Vergine Maria. L’ultimo messaggio dalla Madonna le è arrivato il 2 marzo 2020. La Signora le avrebbe detto di vedere “cose belle e tristi”, concludendo il suo breve messaggio con un accorato appello: “Apostoli del mio amore, è tempo di veglia ed a voi richiedo amore; di non giudicare nessuno, poiché il Padre Ceste giudicherà tutti. Chiedo che voi amiate, che diffondiate la verità, poiché la verità è antica: essa non è nuova, essa è eterna, essa è la verità! Essa dà testimonianza dell’eternità di Dio. Portate la luce di mio Figlio e squarciate la tenebra che sempre più vuole afferrarvi. Non abbiate paura: per la grazia e l’amore di mio Figlio, io sono con voi!” [testo riportato daIl Sussidiario.]

Per ora, però, la Madonna non riapparirà più alla sua veggente. Lo fa sapere Mirjana, che confessa che la Vergine le avrebbe detto che comparirà solo il 18 marzo prossimo (genetliaco di Mirjana stessa), o, forse, una volta che il Coronavirus sarà debellato.

Il santuario, nel frattempo, si è spopolato: come a Lourdes e a Guadalupe, tutti i fedeli non vi accedono più: è la realtà della pandemia ad imporlo.

Chi sono i veggenti?

I veggenti di Medujugorje sono cinque, Marija Pavlovic Lunetti, bosniaca, trasferitasi a Monza, che avrebbe ricevuto nove dei dieci segreti della Madonna, la suddetta Mirjana, Ivanka Elez, di Medujgorje, Vicka Ivankovic, di Bijakovici, Jakov Colo di Medujgorje, ci sono poi Ivan Dragicevic e il padre francescano Petar Ljubicic, anch’egli di Medugorje. Quest’ultimo non è un veggente, ma è il sacerdote scelto da Miriana per la rivelazione dei dieci segreti, tre giorni prima che si verificheranno. Gli altri, sono tutti sposati con figli.

Sottoposti a approfondimenti medici-scientifici, condotti da medici specialisti, neurologi, ginecologi, gastroenterologi e neurofisiologi) i veggenti sono stati dichiarati tutti “sani di mente” e di corpo, non soggetti ad alcuna forma né di isteria, nè di epilessia o altre allucinazioni. Il loro cervello, quando verrebbe in contatto con le apparizioni della Vergine, risulterebbe estremamente rilassato, lasciando i canali sensoriali aperti, benché i veggenti non sarebbero in grado di reagire a stimoli esterni.

Alcuni dei veggenti non furono immuni da critiche: Vicka, per esempio, si trovò due dita dello studioso francese Jean Louis Martin, a dieci centimetri dagli occhi: ella reagì ritraendo il capo, mostrando di non essere del tutto sconnessa dalla realtà. Vlasic, frate francescano, dovette rinunciare al sacerdozio, per il rischio di una scomunica per eresia. Avrebbe avuto anche l’accusa, forse una calunnia, di aver avuto rapporti con una suora.

Nei messaggi della Vergine, sarebbero emersi ai veggenti giudizi favorevoli sul frate.

Come si comporta la Chiesa cattolica?

La Chiesa cattolica non emette dichiarazioni a riguardo, se non quella di Zara, del 1991. Ammette i pellegrinaggi privati al santuario, ma ci sono anche alti prelati che si sono espressi contro le veggenze, come il vescovo della diocesi di Medjugorie stesso. Papa Bergoglio è espressamente critico, anche se non esplicitamente, con toni sarcastici ha affermato che “la moda della madonna superstar che mette se stessa al centro,non è cattolica”. Certo, dopo aver chiamato Maria l'”influencer” di Dio, non c’è da aspettarsi molto, in merito, dal Pontefice.

Tuttavia, il pontefice ha autorizzato i pellegrinaggi nel 2019 al santuario (chiuso, oggi).

Quali sono le altre apparizioni mariane riconosciute dalla Chiesa?

Il vescovo di Mostar sostiene che la Madonna di Medugorje si comporti in maniera differente rispetto alle altre apparizioni mariane, riconosciute, invece, dalla Chiesa. Esse sono risalenti sin dal IV secolo D C, dal 352 a Santa Maria Maggiore a Roma, sino alle più famose: Guadalupe (1531), Lourdes (1858), Fatima (1917).