Paolo Pamini o l’arte della provocazione

Il post seguente ha suscitato numerose proteste, ma Paolo non si scompone. Da parte nostra troviamo interessante, e anche giusto, che qualcuno abbia il coraggio di contrapporsi al “Pensiero Unico Globalizzato”.

Pamini ha ragione? Non lo sappiamo. Ha certamente ragione di dire la sua. 

Nota. Il sito linkato (visitatelo) è fortemente “negazionista”. È una parola alla moda. Si può essere Negazionisti sull’Olocausto, e anche sul fatto che la Terra bruci (Simonetta lo ha proclamato). Si può essere tali sul Coronavirus!

* * *

PAOLO PAMINI  Secondo gli autori di questa pagina, che comprensibilmente preferiscono restare anonimi ma che documentano in modo approfondito e verificabile le proprie fonti, il Covid-19 non starebbe causando alcun eccesso di mortalità. In altre parole, la stragrande maggioranza degli attuali decessi sono decessi che mediamente sarebbero comunque avvenuti ma che vengono ora imputati al Coronavirus, benché in presenza di una fino a tre patologie. Anzi, il panico e i razionamenti che i lockdown stanno scatenando potrebbero causare più decessi del virus stesso.

Aggiungo io (e altri commentatori): per non parlare dei milioni di nuovi disoccupati che presto conteremo in Europa, una volta fatte saltare le filiere produttive.

immagine pixabay