Tragiche nuove dall’Inghilterra e dall’Italia | UK: morta 21enne, Italia quasi 10mila i morti

Aveva 21 anni e tanti sogni. Chloe Middleton non aveva patologie pregresse, era sana. Era di High Wycombe, nella contea di Buckinghamshire ed è morta di Coronavirus. La famiglia, addolorata, ha chiesto al popolo inglese di “aderire alle linee del governo, di non uscire, di non sottovalutare il Covid19” poiché, a quanto pare, uccide anche i giovani e i sani. Boris Johnson infatti ha da poco modificato la propria politica “attendista” per imporre ai suoi cittadini linee più severe e la restrizione dell’isolamento. Poi, anche il Premier, oltre al Principe Carlo, è risultato positivo al COVID19.

Chloe Middleton, la 21 morta per Covid19

Nel Regno Unito sono più di 8200 le persone contagiate, ed oltre 400 i morti. In Italia il picco non sembra ancora essere stato raggiunto; i virologi annunciano che non è lontano, ma sarà molto largo “tipo plateau”, ovvero durerà a lungo.

Anche in Italia, tra i giovani, si conta la prima vittima: Andrea Tesei, 26 anni, scout di Predappio. Il piccolo comune della Romagna piange il suo giovane cittadino, che aveva accusato i primi sintomi il 10 marzo, ed era poi stato ricoverato in terapia intensiva.

In Italia le cifre sono esorbitanti: 86.498 positivi, di cui circa 20mila asintomatici.

9134 morti. In un giorno sono decedute mille persone.

I guariti, invece, sono 11mila. In Lombardia la situazione è tragica: ieri i decessi sono complessivamente arrivati a contare quasi 5mila persone, forse, dice il governatore Fontana, la regione si trova ora in una lenta fase di miglioramento.

Andrea Tesei, morto a 26 anni per COVID19

Positivi anche Guido Bertolaso e Luigi Cajazzo, in lento miglioramento.

Anche il personale medico è in lutto: 51 medici sono morti, e le persone contagiate nel personale medico sono 5mila. Una infermiera di 34 anni, dopo aver scoperto di essere positiva al virus, per timore di aver infettato qualche paziente, si è tolta la vita.

Martedì 31 marzo le bandiere in tutt’Italia saranno a mezz’asta e alle 12 si terrà un minuto di silenzio per la situazione senza precedenti che il Paese si trova a vivere. L’iniziativa è del presidente dell’Anci, Antonio Decaro.