Lugano Airport intende richiedere un “prestito Coronavirus” di mezzo milione – Lo ha dichiarato Filippo Lombardi

foto Ticinolive

Il vicepresidente del CdA di Lugano Airport Filippo Lombardi ha dichiarato alla rsi che la società intende richiedere un sostegno straordinario di 500.000 franchi a BancaStato, nel quadro delle misure economiche anti-pandemia decise dal Consiglio federale. Questo qualora le due votazioni del 26 aprile dovessero essere rinviate ad opera del Consiglio di Stato (si è sempre in attesa di notizie).

La liquidità disponibile al momento è minima e può bastare a coprire il fabbisogno solo sino alla fine di aprile. Il passo dunque si impone al fine di evitare il deposito immediato dei bilanci.

Lombardi ha tuttavia dichiarato: “chiederemo il mezzo milione, che da solo non basta, solo se gli azionisti accorderanno un loro contributo supplementare”.

E ancora: “per rispetto della democrazia non è accettabile che, in caso di rinvio, i cittadini si trovino a votare sul destino di una società ormai fallita”.

Tutti attendono la decisione del Consiglio di Stato, che tarda.