USA, chi è l’atleta che non si inginocchia al BLM (pur indossandone la maglietta)

Samantha Leshank è una calciatrice statunitense di ventitré anni. Sposata, si definisce cristiana, patriota e sognatrice. La giovane, portiere di riserva del North Carolina Courage, oggi ha rifiutato di inginocchiarsi durante l’esecuzione dell’Inno americano prima della partita contro il Portland Thorns FC.

Ha indossato la maglietta dei Black Lives Matter, perché si definisce anche lei antirazzista, ma ha rifiutato di inginocchiarsi per non soccombere al politicamente corretto, che, a suo dire, detronizza e svilisce l’uomo.

La giovane è anche seguace dello Youtuber Graham Allen, anch’egli patriota e fautore della preservazione della storia nazionale degli States.

Il Presidente Donald Trump l’ha immediatamente eletta a paladina della “maggioranza silenziosa” che non condivide gli eccessi violenti e vandalici dei manifestanti, definendola patriota e ringraziandola per la sua resistenza all’isteria collettiva.

Samantha Leshank non si inginocchia – (foto facebook)