Endorfine Festival conferma la seconda edizione, in presenza – Dall’11 al 13 settembre – Nomi di grande interesse

Sarà il noto virologo Roberto Burioni a dare il via all’edizione 2020

(com)  Nel corso dell’estate il comitato e la direzione di Endorfine Festival Lugano hanno lavorato allo scopo di confermare la seconda edizione, in agenda il prossimo 11, 12 e 13 settembre. Allo stato attuale della situazione, Endorfine Festival comunica di voler proseguire con i lavori organizzativi in modo da poter consentire lo svolgimento della manifestazione.

L’emergenza Covid19 ha naturalmente ridisegnato sia il programma che gli spazi in cui si terrà il Festival. Tutti gli eventi sono infatti previsti al Parco Ciani (al Padiglione Conza, in caso di pioggia) con un numero limitato di partecipanti e su iscrizione obbligatoria, nel rispetto dei piani di protezione sanitari stabiliti dalle autorità.

Nonostante le difficoltà, il comitato e la direzione sono felici di essere riusciti a costruire un cartellone di qualità, con ospiti prestigiosi in grado di catturare l’attenzione di un pubblico variegato. Il programma definitivo è ancora in fase di elaborazione e sarà comunicato in occasione della conferenza stampa prevista ad inizio settembre.

Per ora, come anticipazioni, possiamo confermare la presenza del Professor Roberto Burioni, che venerdì sera, alle 21.15, aprirà la seconda edizione di Endorfine Festival con una conferenza dedicata alla pandemia Covid19.

Nel weekend spazio a una serie di conferenze dedicate al tema della giustizia. Il criminologo Paolo Giulini e Francesca Gabarino, esporranno il loro progetto, realizzato presso il carcere di Bollate, per il recupero dei criminali autori di reati sessuali.

La giornalista e conduttrice RAI Dina Lauricella – autrice dei libri “Il Codice del disonore – Donne che fanno tremare la Ndrangheta” e “Dalla parte sbagliata. La morte di Paolo Borsellino e i depistaggi di Via D’Amelio” – terrà invece una conversazione sulla criminalità organizzata, tema quanto mai attuale anche in Svizzera.

Particolarmente emozionante sarà, infine, l’incontro con Adriana Faranda – ex appartenente alle Brigate Rosse – e Agnese Moro, figlia di Aldo, politico, accademico e giurista italiano 5 volte Presidente del Consiglio dei Ministri. Le due ospiti racconteranno al pubblico il loro percorso comune sulla via della “giustizia riparativa”.

Il Comitato e la Direzione di Endorfine Festival rivolgono un sentito ringraziamento alla Città di Lugano e a tutti gli sponsor pubblici e privati che, nonostante un periodo gravido di difficoltà e incertezze, hanno permesso con il loro sostegno di impostare e, ci auguriamo tutti, di finalizzare la seconda edizione.

Tutti gli eventi sono gratuiti, ma è obbligatoria l’iscrizione tramite il sito www.endorfine.site