La Warner Bros Television licenzia tre produttori del famoso Ellen DeGeneres Show

Ellen DeGeneres Show è un popolarissimo talk show americano, apprezzato fino a pochissimo tempo fa da milioni di americani. Il suo indiscusso successo è dovuto soprattutto alla conduttrice Ellen DeGeneres. Omosessuale, progressista ed estremamente popolare, Ellen è sempre stata un’intrattenitrice di primo ordine con una reputazione impeccabile. Il suo programma è basato sul motto “be kind”, ovvero “sii gentile” e spesso e volentieri fa generose donazioni al pubblico e ad organizzazioni di beneficenza.

Un’ombra è calata sul programma e sulla sua conduttrice quando il giornale BuzzFeed News ha pubblicato un’inchiesta in cui una decina di persone hanno denunciato un clima lavorativo “tossico”. Pare che dietro le quinte del programma i dipendenti siano vittime di microagressioni, razzismo e intimidazioni. Una ex dipendente di colore ha parlato di commenti a sfondo razzista e nessuna considerazione per le minoranze etniche. Un’altra ancora ha raccontato di come sia stata licenziata in tronco dopo aver preso un mese di permesso medico per potersi riprendere in seguito a un tentativo di suicidio: “Alcuni produttori parlano pubblicamente dei problemi di dipendenza e dell’importanza della salute mentale, ma fanno parte del motivo per cui c’è uno stigma su questi problemi. Non sono coerenti con il mantra “be kind” che predicano”.

Secondo quanto denuncia BuzzFeed il dietro le quinte del talk show è positivo soltanto nei confronti dei dipendenti che lavorano instancabilmente dieci ore al giorno, mentre permessi di malattia e vacanze sono viste male. Questo creerebbe  un clima di terrore malsano.

I tre principali accusati erano il produttore esecutivo  Ed Glavin, il co-produttore esecutivo Jonathan Norman e il capo degli autori Kevin Leman. Altre persone nel mirino erano i produttori Mary Connelly e Andy Lassner. I primi tre sono stati licenziati ieri, lo ha comunicato WarnerBros Television, mentre gli altri due hanno mantenuto il posto.

In molti hanno insinuato che la conduttrice stessa avrebbe dovuto prendersi più responsabilità ma i produttori hanno sottolineato che il suo ruolo nella faccenda è marginale. Ellen dal canto suo ha preso posizione dichiarando: “Con la crescita del programma non sono riuscita ad avere il controllo di tutto quanto e mi sono affidata ad altre persone perché facessero il loro lavoro nel modo in cui volevo che lo facessero. Chiaramente qualcuno non l’ha fatto. Le cose cambieranno e mi impegno a garantire che non succeda di nuovo”.