Cronache da un paese disperato – di Claudio Martinotti Doria

Dopo aver toccato il fondo stiamo scavando per sotterrarci con le nostre stesse mani

* * *

Riceviamo e pubblichiamo questo articolo, il cui tono riflette bene la drammaticità dei giorni che stiamo vivendo.

* * *

immagine Pixabay

Mi riferisco ovviamente alle reazioni isteriche di massa all’epidemia (non pandemia) di COVID-19 e devastanti lockdown che ne sono seguiti, isteria collettiva indotta volutamente dai mass media, che fungono da cassa di risonanza dei poteri forti e invisibili che governano il mondo, di cui i politicanti e politicastri dei vari paesi sono solo servitori e maggiordomi. I mass media da mesi non fanno altro che indurre il panico, suscitare paura, enfatizzare il pericolo, provocare il delirio collettivo, disinformare, mistificare, ecc..

Se vi siete chiesti a chi giova il clima di panico, terrore, isteria, ecc. che è stato artificialmente indotto nella popolazione, vi fornisco qualche dato di massima.

Il consumo di psicofarmaci solo nel nostro paese è cresciuto negli ultimi mesi del 17%, e potete immaginarvi quanto sarà cresciuto negli USA dove sono abituati a ingerire pillole come fossero caramelle …

Molti governi occidentali, tra cui l’Italia, ha già promesso o anticipato centinaia di milioni di euro alle industrie farmaceutiche per la ricerca di un vaccino, che sarà del tutto inutile se non probabilmente dannoso, in quanto il virus è già mutato una trentina di volte e continuerà a mutare, e in ogni paese ci sono ceppi diversi.

I produttori di mascherine stanno facendo affari d’oro, quelle distribuite in Italia sapete chi le produce? La FIAT, che non è più italiana da parecchio tempo e continua a ricevere sovvenzioni e finanziamenti dal governo italiano, pur pagando le tasse all’Estero.

Se pensate che quantomeno ci sia il vantaggio che le industrie farmaceutiche et affini, aumentando a dismisura i profitti, abbiano incrementato le assunzioni di personale locale, tra cui l’Italia, vi sbagliate di grosso, perché i farmaci e le mascherine e quant’altro di interconnesso al fenomeno COVID, vengono prodotti nella stragrande maggioranza in Cina e in India, dove ovviamente costa molto meno produrre qualsiasi cosa, e poi vi fanno credere che provengano dagli stabilimenti situati in Occidente.

Un’altra conseguenza dei lockdown voluti dai vari governi, in particolare in Italia, più o meno camuffati e dissimulati, è l’ulteriore impoverimento della classe media e delle piccole e medie imprese, che da sempre sono la spina dorsale dell’economia e dell’occupazione in Italia, per cui gradualmente ma anche con una notevole accelerazione, saranno costrette a chiudere e/o cedere le loro aziende e proprietà immobiliari a speculatori stranieri che le acquisiranno a prezzi da asta fallimentare, così il nostro paese verrà svenduto, sia i beni pubblici che privati, e il business del turismo prossimamente lo gestiranno loro.

Un paese, il nostro, che avrebbe potuto prosperare anche solo grazie al turismo culturale e naturalistico, è stato ridotto alla fame da una classe politica di parassiti, inetti e corrotti, al servizio dell’alta finanza internazionale, che in pratica possiede quasi tutte le risorse planetarie e controlla i media e la politica. E non si tratta di complottismo e paranoia, ma sono i fatti reali, quelli che circondano e ci coinvolgono nostro malgrado (di cui la maggioranza della popolazione non è consapevole), non quelli che propinano i mass media.

Del resto dovremmo considerarci ancora fortunati, quasi privilegiati, perché i cinici, psicopatici privi di scrupoli morali che detengono il vero potere, cioè quello finanziario, avrebbero potuto anche sterminarci tramite dei virus veramente letali, e non ricorrere al COVID-19 che ha pressappoco la stessa letalità della comune influenza (ultimi dati forniti da istituzioni internazionali affidabili collocano la mortalità effettiva allo 0,14%), per cui hanno preferito limitarsi a creare il panico necessario per sottometterci con la paura, rendendoci asociali, autoemarginati e psicologicamente depressi e vulnerabili (così, indebolendo il sistema immunitario aumenteranno le malattie e i profitti per la Big Pharma). Del resto dal punto di vista economico non conveniva loro decimarci, i profitti sarebbero stati minori e avrebbero avuto meno manodopera a basso costo a disposizione.

Questo per contraddire almeno parzialmente i teorici del complotto, convinti come sono che stiano pianificando di sostituire del tutto i lavoratori con la robotica, che è un processo in corso ma che richiederà ancora molti anni per arrivare a regime. Certo l’obiettivo è quello, e occorrerà ridurre gli indici demografici, ma lo faranno gradualmente e soprattutto localmente, con piani mirati e localizzati di riduzione della popolazione. Nei paesi occidentali hanno già provveduto da tempo impedendo la natalità con misure restrittive e penalizzanti di natura economica e sociale e sostituendola con l’immigrazione incontrollata.

Il dissenso verrà messo a tacere con varie tipologie di redditi e sostegni economici di sussistenza alla persona, quanto basterà per sopravvivere, ma per riceverlo ovviamente ci si dovrà adeguare al sistema, ovvero sottomettere.

Il denaro diverrà digitale e quindi il controllo sull’emissione e distribuzione del denaro sarà interamente nelle loro mani e se non ti adegui ne verrai privato e non potrai sopravvivere. Non serviranno neppure i vari sistemi già previsti da molto tempo dalla fantascienza per avere il controllo sull’umanità, quali i microchips sottocutanei o sostanze avveniristiche inserite tramite i vaccini per la manipolazione del RNA o del DNA, basterà il controllo totale del denaro digitale.

Sono nuove forme di controllo e di schiavizzazione di massa cui dovremo opporci con i pochi mezzi di cui disponiamo, scendere in piazza è un primo passo ma non sufficiente, occorrerà soprattutto difendere con le unghie e con i denti il diritto a poter disporre di denaro, oro e argento, impedendo qualsiasi forma di monopolizzazione, e soprattutto recuperare la sovranità sull’emissione di moneta, ogni stato e comunità locale autonoma deve avere il diritto di produrre la propria moneta. Non capire questo passaggio fondamentale significa predisporsi alla schiavitù già in partenza e rimanere del tutto inermi e disarmati.

Claudio Martinotti Doria