Durante l’incontro di martedì 20 settembre a Bellinzona fra l’Esecutivo cantonale e i vertici di Banca Stato, è stato confermato che settimana prossima il Governo risponderà ai vari atti parlamentari che chiedono spiegazioni sulla vicenda di Donato Barbuscia e anche sulla situazione interna dell’istituto di credito.
Due sono le interpellanze urgenti in attesa di risposta: una del PPD e una del PS, oltre ad un’interrogazione ad una proposta di risoluzione di Matteo Pronzini dell’MPS-PC.

Nell’incontro di ieri, il Governo ha espresso perplessità per come è stata gestita la comunicazione, assai poco chiara, dell’allontanamento dalla banca di Barbuscia, presidente della Direzione generale.
I rimproveri dell’Esecutivo vanno a Fulvio Pelli, presidente del Consiglio di amministrazione della banca, che in queste settimane di polemiche ha sempre asserito di aver detto solo fatti corrispondenti alla realtà. Spiegandoli con poche parole sicuramente ma comunque veritieri.
Da notare che i membri del Consiglio di amministrazione, tutti presenti all’incontro di ieri, si sono schierati uniti dietro il loro presidente.