Massimiliano Herber, responsabile della redazione dell’attualità regionale della RSI e Fabio Dozio, responsabile della trasmissione settimanale Falò, sembrano aver diradato le loro apparizioni dal contesto pubblico dell’informazione della RSI.

Esiste un regolamento interno che disciplina la partecipazione ad attività politiche da parte dei collaboratori Rsi, si legge sull’edizione odierna del quotidiano La Regione : Vi si stabilisce l’obbligo di chiedere preventivamente l’autorizzazione al superiore e alla direzione.
Stefania Verzasconi, responsabile della comunicazione per la Radiotelevisione svizzera di lingua italiana, non dice di più, tanto meno sul caso specifico che tocca il responsabile della redazione dell’Attualità regionale Massimiliano Herber, il cui nome figura tra i proponenti della lista leghista in corsa per il Municipio di Massagno.
“Si tratta di un fatto interno e come tale l’abbiamo trattato – aggiunge Verzasconi. Fatto interno alla pari della firma di Fabio Dozio, responsabile della trasmissione settimanale ‘Falò’, che appare fra i proponenti della lista Ps per il Municipio dello stesso comune luganese.

“Per attività politica – si legge ancora nell’articolo – la Rsi non intende solo partecipazioni dirette alle liste, ma pure attività pubbliche a favore di partiti o movimenti e adesioni a comitati di sostegno che si prefiggono uno scopo politico.
La direzione può negare il consenso in particolare quando l’incarico di un collaboratore pregiudicherebbe l’immagine di imparzialità e d’indipendenza politica della Rsi o qualora ostacolasse gli obblighi professionali del dipendente.”