Warning: Attempt to read property "post_excerpt" on null in /home/clients/d43697fba9b448981cd8cd1cb3390402/web/content/themes/newsup/single.php on line 88

Pagando quasi cinque milioni di franchi, le 17 aziende di pavimentazione stradale che dal 1999 al 2004 avevano operato in Ticino attraverso un sistema cartellare potranno vedere chiudere il caso Asfaltopoli.

Asfaltopoli, un sistema di cartelli che permetteva a queste ditte di gonfiare artificialmente i prezzi per poi spartirsi gli appalti pubblici, si legge oggi sul quotidiano La Regione : “550 mila franchi andranno alla città di Lugano, che contro le ditte aveva pure inoltrato denuncia penale. I rimanenti 4,12 milioni saranno versati nelle casse cantonali e federali per tramite dell’Ufficio federale delle strade.
In cambio dell’indennizzo. i due enti pubblici rinunceranno alla prospettata causa civile e, dunque, a qualsiasi futura pretesa di risarcimento.

Pretesa che per il Cantone avrebbe potuto aggirarsi fra i 18,8 e i 44,5 milioni, ovvero l’importo che, secondo una perizia fatta allestire dal Consiglio di Stato, è stato pagato in più a seguito degli accordi cartellari. 3,5 milioni invece il danno stimato per le casse pubbliche luganesi.
Il Municipio di Lugano si è pure impegnato a disinteressarsi della procedura penale in corso. Procedura che dovrebbe avviarsi verso un non luogo a procedere. Con la convenzione cade inoltre la questione dell’attribuzione delle responsabilità.