Giorgio Grandini ha dato le dimissioni dal Consiglio comunale di Lugano per dedicarsi solo alla presidenza della Sezione PLR.

Ora vuole occuparsi solo del partito, spiega sull’edizione odierna del Corriere del Ticino : “E’ necessario dare un segnale di rinnovamento: il motivo principale è questo, ma è anche una questione d’impegni professionali: non riesco più a seguire tutto.
… delle volte, per far passare messaggi forti nell’interesse del partito, bisogna essere indipendenti da logiche parlamentari che possono anche essere diverse, appunto, da quelle del partito.”

Grandini dà garanzie sulla sua volontà di restare al timone del partito almeno fino all’appuntamento elettorale del 2013.
Dal legislativo invece uscirebbe già dalla prossima seduta (sarà necessario il voto del CC o i motivi professionali saranno sufficienti per una dimissione diretta, permessa secondo legge solo per cambi di domicilio o ragioni di salute?).”

Riguardo alle votazioni comunali che si terranno a Lugano l’anno prossimo, sempre sul Corriere del Ticino Grandini commenta : “Non dobbiamo abbassare la guardia e sottovalutare la Lega … a Lugano possono presentare personaggi di forte impatto elettorale e noi dobbiamo prepararci per affrontarli.”