Domenica 6 maggio, sul Mattino online è stata pubblicata una presa di posizione in risposta alle reazioni della scorsa settimana all’annuncio contro Giovanni Orelli apparso sul domenicale di Bignasca.

Due pesi e due misure, si legge nell’articolo, dove sono elencati una serie di fatti all’attenzione dei soliti moralizzatori di turno:
“In tempi non sospetti:
– a Capolago viene piazzata una croce con il nome di Giuliano Bignasca
– la sede del Mattino della Domenica viene imbrattata da scritte offensive
– nella sede del 10 Minuti viene recapitato un bossolo di proiettile
– sul finto Mattino della Domenica (attacco inizialmente anonimo ma poi “rivendicato” dal $inistroide Paolo Bernasconi una volta beccato con le mani nella marmellata) viene augurata la morte di Giuliano Bignasca
– sul “5 Minuti” (per l’autore vedi sopra) vengono diffamati con calunnie sulla vita privata i leghisti Lorenzo Quadri e Roberta Pantani
– sul Diavolo vengono pubblicati ogni 15 giorni necrologi di politici
– la R$I annuncia la morte di Rodolfo Pantani ancora prima della morte dello storico leghista e successivamente tratta la notizia con una disdicevole mancanza di rispetto
– La rivista del P$ “Confronti” pubblica dieci domande a Boris Bignasca arrivando ad attaccare persino la madre

Una domanda sorge spontanea: perchè in questi casi i $inistroidi (ma anche quelli del PLR non sono da meno) non hanno detto una sola parola?”