Nel corso della sessione primaverile delle Camere il sottoscritto ha inoltrato una proposta alla Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio nazionale chiedendo un cambiamento dell’art. 46 RCN che prevede attualmente che le iniziative cantonali vengano trattate sotto la forma del dibattito breve, durante il quale hanno diritto di parola i relatori delle minoranze delle commissioni, mentre i relatori della commissione e i rappresentanti del Consiglio federale possono chiedere la parola.
I deputati del Cantone che ha proposto l’iniziativa non possono intervenire, a meno che siano relatori.

Personalmente ritengo che sia importante che i deputati del Cantone interessato possano, se lo desiderano e se lo richiede una maggioranza di loro, prendere la parola.
Questa mia proposta è stata fatta propria da una minoranza della Commissione delle istituzioni che propone quindi l’introduzione di un cpv. 5 all’art. 46 RCN che va in questa direzione (http://www.parlament.ch/sites/doc/CuriaFolgeseite/2010/20100440/N2%20D.pdf).
Il mio auspicio è che questa minoranza della Commissione riesca a convincere i propri colleghi di partito per trasformarsi in una maggioranza in Consiglio nazionale.
I deputati UDC membri della CIP sostengono questa proposta che rende più federalista il trattamento delle iniziative cantonali e non mancheranno di far passare il messaggio a tutto il nostro gruppo parlamentare.

Pierre Rusconi
Consigliere nazionale UDC TI