C’è qualcosa dietro il trono, più grande del Re medesimo…
– Sir William Pity, 1770


Il mondo è governato da persone molto diverse da quelle che immaginano quelli che non si trovano dietro le quinte…
– Benjamin Disraeli, primo ministro britannico, 1844


La verità è che elementi della Finanza sono proprietari del governo USA nei suoi cardini principali sin dai giorni di Andrew Jackson…
– Franklin Delano Roosevelt, 1933


Stati Uniti, fulcro del Nuovo Ordine Mondiale
Dalla Rivoluzione di Washington in poi gli Stati Uniti hanno fatto il bene del mondo più o meno fino alla conclusione della Prima Guerra Mondiale. Anche se alla “inutile strage” del 1914-1918, stimolata da industriali e finanzieri desiderosi di fare affari con un conflitto generale, l’Alta Finanza USA non era certo estranea.
Oggi gli USA si sono trasformati nell’ombra di loro stessi e dei nobili principi che li hanno tenuti a battesimo, ancora strombazzati ma di fatto disattesi. E diventando così il fulcro del Nuovo Ordine Mondiale e della Globalizzazione più forsennata, con Washington arrogante “gendarme del mondo”.
Realtà come la Commissione Trilaterale o il “Gruppo di Bilderberg” sono i volti rispettabili ed in doppiopetto dell’impalpabile ma onnipresente realtà antidemocratica, tirannica, violenta e spietata che controlla il mondo.
Mario Monti, già commissario europeo, preside alla Bocconi, consulente di Goldman Sachs, esponente della Commissione Trilaterale e del Gruppo di Bilderberg, indicato per il suo pregresso coinvolgimento con l’Università di Yale come un componente del potentato elitario paramassonico USA degli “Skull and Bones”, non appare certo un premier molto rassicurante.

Ufo : il “Gruppo del silenzio”
Donald E. Keyhoe e Coral Lorenzen, padri dei due massimi organismi privati statunitensi per lo studio degli UFO, rispettivamente il National Investigations Committee on Aerial Phenomena e l’Aerial Phenomena Research Organization, indicavano in gruppi governativi e di potere i mandanti della politica tesa a censurare la questione Ufo.
Gray Barker, è l’autore di They knew too much about Flying saucers, il primo libro in cui si parlò espressamente dei “men in black”, i fantomatici “uomini in nero” che, solitamente in tre, avvicinavano ufologi scomodi minacciandoli e riducendoli al silenzio.
In tutti questi casi la matrice di tale operato appariva come di stampo istituzionale o governativo, e la si collegava più o meno direttamente all’Intelligence USA.
Il noto “contattista” polacco americano George Adamski parlava anch’egli esplicitamente del “Gruppo del silenzio”. Il suo amico George Hunt Williamson andava infatti ben oltre : La tradizionale politica antiufologica di Washington (estesa ad altri paesi di tutto il mondo) non trarrebbe tanto origine dall’Intelligence o dai Governi USA, bensì da potentati occulti operanti “dietro le quinte” del potere politico: i “Banchieri Internazionali”.

Governi sotto il controllo dei Banchieri internazionali
Williamson è noto per avere scritto vari libri, a partire dal famoso “The saucers speak!”, che fornisce precisi dettagli sulle attività del “gruppo di contatto” a lui facente capo negli anni Cinquanta e coinvolto in contatti psichici con i piloti degli Ufo, vere e proprie trasmissioni e dialoghi radio, tramite l’apparecchiatura ricetrasmittente del radioamatore Lyman Streeter.
Nel suo secondo libro “Ufo’s confidential” Williamson spiegava come Streeter fosse stato avvicinato da agenti governativi che in nome della “sicurezza nazionale” avevano richiesto la sua responsabile collaborazione, convincere Williamson a non pubblicare il libro e mantenere e potenziare i contatti radio con i piloti degli Ufo per informare le autorità.
Williamson precisa che quando si parla del governo USA non ci si può necessariamente riferire ad una Amministrazione del momento, bensì alla struttura di potere che è dietro a qualsiasi governo si avvicendi a Washington.
Egli accusa quelli che chiama i Banchieri Internazionali : “tutti i governi sono sotto il completo controllo dei Banchieri Internazionali che controllano altresì il denaro e di conseguenza creano depressione e prosperità quando lo vogliono.
Essi hanno bisogno di un mondo diviso affinchè le guerre possano continuare ed i loro guadagni aumentare.”

B’nai Brit, Ior, Wasp
Il concetto di una sorta di Cupola mondiale composta da chi davvero conta e tiene le fila del mondo da dietro le quinte non è di oggi.
In Inghilterra il fedele suddito di Sua Maestà Britannica Sir William Pity della Camera dei Lords ricordava nel 1770 che “c’è qualcosa dietro il trono, più grande del Re medesimo…”.
E il Primo Ministro inglese Benjamin Disraeli sottolineava nel 1844 che “il mondo è governato da persone molto diverse da quelle che immaginano quelli che non si trovano dietro le quinte…”.
Dall’Ottocento le facoltose famiglie ebree sono state indicate come la punta dell’iceberg di una cospirazione giudaica per il controllo dell’economia internazionale e l’antisemitismo venne a galla prima col falso zarista dei Protocolli dei Savi Anziani di Sion e poi con le persecuzioni di Stalin in Russia, di Hitler in Germania con la Shoa e oggi con i programmi integralisti dell’islamico Presidente Ahmadinejad.
Gli israeliti dell’Alta Finanza mondiale o della B’nai Brit ebraica sono infatti in buona compagnia: dallo IOR vaticano di Marcinkus ai signori a stelle e strisce di Wall Street, tutti rigidamente Wasp (white, anglo-saxon, protestant, bianchi, anglosassoni, protestanti).

Veri nel tempo dell’inganno
Che oggi lo si voglia definire “La Cabala” oppure “il Governo degli Illuminati” o “Nuovo Ordine Mondiale” conta poco. Quel che è certo è che questo “Governo Ombra” con i suoi silenziosi ed occulti terminali nelle Istituzioni dei principali paesi non ha interesse a che emerga la verità sugli Ufo e gli Extraterrestri : travolgerebbe in modo definitivo e catastrofico il sistema su cui si fonda da secoli, quello dello sfruttamento dell’uomo sull’uomo.
Il 7 febbraio 2012, sul Corriere della Sera l’ambasciatore USA in Italia David Thorne ha rilasciato delle dichiarazioni alla vigilia dell’incontro a Washington fra il premier italiano e Obama.
Ha affermato che “Monti ha cambiato la dinamica europea”, e che “l’Italia è diventata l’alleato più affidabile degli USA sul continente”. In pratica, siamo più che mai un protettorato americano…
Tutto ciò non è particolarmente rassicurante, ma in fondo basta esserne consapevoli. E renderne partecipi gli altri per quanto possibile, divulgando la verità.
“La verità vi farà liberi” dice il Vangelo.
“Nel tempo dell’inganno dire la verità è un atto rivoluzionario” diceva George Orwell,
E a suo modo, fare ufologia è già di per sè un atto rivoluzionario.

Roberto Pinotti
Sociologo e presidente del Centro ufologico italiano


– Estratti da : “Ufo, extraterrestri, congiura del silenzio e potentati occulti”
– La suddivisione in capitoli è a opera della redazione di Ticinolive
.