Il Comitato di Basilea sulla supervisione bancaria sottolinea come manchino ancora fondi alle grandi banche europee per essere in regola con le esigenze di Basilea III. Giovedì 20 settembre, il Comitato ha valutato la cifra dei fondi mancanti in 374.1 miliardi di euro.

Lo studio è stato condotto presso 102 grandi banche attive a livello internazionale. Simulava la messa in opera di nuove norme bancarie al 31 dicembre 2011, con la previsione di fondi propri costituiti da capitale sociale e benefici accantonati, pari ad almeno il 7% dei loro impegni, con l’aggiunta della sovratassa applicata agli istituti “sistemici”, cioè quelli il cui fallimento minaccerebbe l’insieme del settore.

Rispetto al fabbisogno rilevato nel giugno 2011 vi è un calo di 111,5 miliardi di euro, ha precisato il Comitato di Basilea nel suo studio.
Sono anche stati sondati i livelli di liquidità di 209 banche, che hanno attestato la mancanza di 1’800 miliardi di euro. Il livello di liquidità è comunque migliorato : nel giugno 2011 il buco era di 2’780 miliardi di euro.