La Finma, l’Autorità di sorveglianza dei mercati finanziari indaga sulle sedi ginevrine di diverse banche straniere. Le indagini riguardano una vicenda tra Francia e Svizzera di riciclaggio di denaro, portata alla cronaca settimana scorsa.

Nell’ambito della vicenda, erano stati arrestati a Ginevra e a Parigi diversi sospettati. Oltre alle autorità di giustizia penale dei due paesi, in Svizzera si è attivata anche la Finma, la quale indaga per scoprire se da parte degli intermediari finanziari sia stato messo in atto quanto previsto dalla legge in materia di lotta contro il riciclaggio di denaro.
Stando alle informazioni raccolte dalla radio romanda, allo stadio attuale nessuna banca svizzera sarebbe sotto indagine.
HSBC, la banca dove era impiegato il principale sospettato della vicenda in territorio svizzero – oggi rinchiuso nella prigione di Champ-Dollon – non è l’unico istituto straniero sotto inchiesta.
Il dovere della Finma è chiaro : assicurarsi che le banche rispettino tutte le prescrizioni di legge contro il riciclaggio, in particolare l’obbligo di denuncia nel caso di transazioni dubbiose.

(Fonte : rts.ch)