Barack Obama è stato rieletto per un secondo mandato alla Casa Bianca. In un’elezione che ha opposto due uomini con visioni fondamentalmente opposte, la corsa è stata molto serrata e gli Stati Uniti più che mai divisi.

Alle 7h00 del mattino, ora svizzera, dal suo quartiere generale di Boston il repubblicano Mitt Romney ha finalmente pronunciato il discorso nel quale ammette la vittoria di Obama : “Ho chiamato il presidente per congratularmi con lui – ha detto – Avrei davvero voluto avere la possibilità di guidare il paese, ma la nazione ha deciso altrimenti.”
Romney ha auspicato che il partito repubblicano e quello democratico possano lavorare insieme per il bene degli Stati Uniti. L’ex governatore del Massachusetts ha detto che “prega per la buona riuscita del presidente in questi tempi di grandi sfide per l’America.”

Il conteggio dei voti in Florida è stato interrotto. Questo è l’unico Stato dove il risultato dell’elezione presidenziale non è stato proclamato a causa del debole scarto tra i due candidati.

Paul Ryan, candidato repubblicano alla vice presidenza mantiene il suo seggio alla Camera dei Rappresentanti, un trampolino di lancio che potrebbe servirgli per future ambizioni per la Casa Bianca.

Nel discorso pronunciato a Chicago nella serata di martedì, Barack Obama ha manifestato la sua speranza per un futuro migliore : “Siamo una famiglia – ha detto rivolto agli elettori – Ci rialzeremo o cadremo insieme, come una nazione unita.”
Obama ha poi detto di voler incontrare Mitt Romney nelle prossime settimane, assicurando che intende lavorare con i leader di entrambi i partiti.

La partecipazione all’elezione presidenziale è stata inferiore rispetto al 2008. In diversi Stati è stata addirittura inferiore rispetto alle elezioni del 2004.
Mentre è stato conteggiato circa il 90% delle schede, solo fra un paio di settimane saranno resi noti i dati esatti dell’affluenza alle urne. Circa 32 milioni di elettori hanno usufruito del diritto di votare anticipatamente.

Da Bruxelles il presidente del Consiglio dell’Unione europea Herman Van Rompuy si è detto molto felice per la rielezione di Barack Obama.
Auguri sono giunti anche dal premier britannico David Cameron, attualmente in visita a un campo di rifugiati siriani in Giordania e da molti altri capi di Stato e di governo.