Viaggiavano in Canton Ticino di giorno a fari spenti, si legge sul sito d’informazione laprovinciadicomo.it e “hanno preso una multa da 40 franchi, 35 euro e protestano: non sapevano che dal primo gennaio, su tutte le strade della Svizzera, è obbligatorio tener accesi gli anabbaglianti di ogni mezzo di trasporto.

“Diverse segnalazioni di sanzionati sono giunte in redazione – prosegue l’articolo – corredate da un interrogativo: “Perché non sono stati affissi appositi cartelli per avvisare della nuova disposizione?”

Nei commenti che fanno seguito all’articolo, un blogger scrive che “Cercando di far cultura peccato che gli svizzeri hanno voluto fare cassa”.

Un altro replica : “Incominciamo col chiederci : ma noi italiani rispettiamo le leggi? Ci sono miriadi di macchine a fari spenti che circolano in autostrade e non. Migliaia di guidatori perennemente con il telefonino in mano, che magari stanno inviando anche msg.”

Infine un terzo commento : “Magari prendono di mira di più gli Italiani, perché gli fa più piacere, ma la legge vale per tutti! E proprio 3 giorni fa mi è capitato di essere fermato alla frontiera da un doganiere volonteroso, zelante nel suo lavoro (non comune) che avvisava tutte le auto del nuovo obbligo!”