Pergolesi JesiIn Italia, come in Svizzera, tempo di vacanze. Un itinerario interessante artistico e culturale da proporre è sicuramente quello per poter assistere o visitare il bel teatro Giovanni Battista Pergolesi nella bella città di Jesi. La città di Jesi, che si trova nella regione italiana delle Marche,  ed è una città dall’incredibile storia merito anche non solo della bellissima posizione tra mare, colline e montagne, ma anche perchè vi nacque Federico II e, come dice il nome del teatro di tradizione di cui si parla, Giovan Battista Pergolesi. Inaugurato nel 1798, fu disegnato nel 1790 dall’architetto fanese Francesco Maria Ciaraffoni ed è il risultato del lavoro di controllo dell’architetto papale Cosimo Morelli, di Imola. Di Morelli infatti, l’idea della curvatura “ellittica” della sala, che rende l’acustica così buona.Il teatro che andò a sostituire il”Teatro del Leone” ,che aveva pianta ad U e ben tre ordini di palchi , venne eretto su spinta da un privato, il pittore ed architetto Valeri, che se ne assunse anche le spese di costruzione in un terreno di sua proprietà. Divenuto presto però insufficiente per le richieste dei nobili di allora e cosi, nacque il Teatro della Concordia ora Teatro Pergolesi.

Nel 1968 divenne Teatro di Tradizione. Il titolo di Teatro di tradizione è significativa ed importante per la città: non era infatti mai stata assegnata prima a un teatro che non fosse in una città italiana capoluogo di provincia. Benchè di soli 40 mila abitanti infatti, la vita storica e culturale della città è intensa. La stagione lirica è riconosciuta in tutta la penisola per l’alto contenuto artistico ed il teatro della cittadina sviluppa cartelloni di tutto rispetto e grandi novità. Da segnalare questa estate, il workshop totalmente gratuito sul corpo.movimento.massa e sui linguaggi del corpo nella folla, con l’approccio del “Carmina Burana”. Proprio grazie alla Fondazione Pergolesi-Spontini, per ben 10 giorni, chiunque, semplicemente facendone richiesta, gratuitamente potrà cimentarsi con il teatro. 100 NON professionisti in un workshop gratuito, con nomi noti di regia in Italia, tra cui Franco Dragone e Giulio Peparini che è anche il direttore artistico del talento show della trasmissione italiana Amici. E’ infatti nella sperimentazione che questo teatro di Tradizione di rinnova continuamente e che sviluppa annualmente nel bell’evento Festival Pergolesi Spontini , giunto alla sedicesima edizione e con inizio  con  il primo di questo Settembre, dove si metterà in scena (in Piazza Federico II a Jesi) una vera e propria celebrazione “popolare” del grande imperatore Federico II di Hohenstaufen, con anche alcuni partecipanti del workshop gratuito di questa estate.

Cristina T. Chiochia