Un po’ di réclame (per fortuna) anche per noi

Carola Barchi Alessio Moretti
Alessio Moretti ritratto a Locarno con lo scrittore Sergio Roic – Foto Ticinolive

da Ticino Today

“Noi oggi pubblichiamo un’intervista alla candidata Plr Carola Barchi e non potevamo farlo, dopo che qualche settimana fa, Francesco De Maria l’ha intervistata sul suo portale Ticinolive. Se un media che da sempre guarda a destra, come Ticinolive intervista la candidata Barchi (che fra l’altro è co-promotrice insieme ad Augusto Bernasconi dell’appello sul rinvio dello sgombero del macello), poteva Ticinotoday non intervistarla? Evidentemente no.

Carola Barchi ha aperto la sua campagna elettorale rilasciando un’intervista a De Maria e chiude la sua campagna con la nostra intervista.”

*****

Abbiamo intervistato la candidata Carola Barchi (anche) perché la sapevamo vicina alla linea politica della presidenza. Ma non abbiamo mancato di intervistare il presidente stesso della sezione Guido Tognola e la vice presidente Morena Ferrari Gamba, che ringraziamo per la disponibilità.

Nell’articolo Moretti, abbastanza “en passant” e con l’aria di niente, dice una cosa assai pesante. A) Il PPD è nervoso” poiché teme di perdere il seggio… ma B) qualora lo conservasse, i due seggi PLR (per i quali egli vede favoriti Badaracco e Viscardi in neretto) “quasi certamente diventerebbero uno solo”.

Non è una bazzecola quella che scrivi, o Alessio! Da far perdere il sonno (alcuni sonni).

La nostra personale opinione (che non conta), formulata in termini di probabilità (per forza), è la seguente:

i rossoverdi non raddoppieranno

il PPD conserverà il seggio

il PLR non perderà un seggio.

Nonostante ciò non abbiamo paura di dire che la linea scelta dal presidente Tognola ci pare sostanzialmente errata, sia per il concetto (non commentiamo) sia in un’ottica elettorale (e qui commentiamo).

Perché la sinistra non gli farà mancare il suo plauso (è tutto gratis) ma certamente non gli darà il voto. E su altri versanti ci saranno inevitabili perdite.