Ticinolive sino ad oggi non ha scritto molto di questa donna politica, divenuta importante e oggi numero uno della destra italiana che si colloca all’opposizione rispetto al governo Draghi.

Paolo Tolardo è autore di due libri di carattere filosofico e socio-politico, intitolati “Siamo tutti Dei” e “Intuizioni”. Egli ha scritto una lettera a Giorgia Meloni, che proprio in queste settimane è in tutte le librerie con “Io sono Giorgia”, di cui tutti parlano.

****

Cara Giorgia,

ho letto il tuo libro assieme a mia moglie alla quale dovevo cedere la lettura ad alta voce quando, preso dall’emozione, non riuscivo a proseguire. Sono infatti tanti i punti del libro secondo me veramente toccanti e ti ringrazio per queste tua scelta e per l’impegno profuso. Stai dando a chi ancora ama la bellezza, l’onestà ed il coraggio, in Italia e nel mondo, grande motivo di speranza per una migliore qualità della vita. Purtroppo ci sono tanti individui che, certo inconsapevolmente, amano “grufolare” nel fango e svilire le cose più nobili, o che sono caparbiamente attaccati ai propri pregiudizi: come spiegare diversamente le tante recensioni scioccamente stroncanti scritte sul libro? Pensa alla poesia di Trilussa “Il rospo e la colomba”. In fatto di denigrazione niente di nuovo sotto il sole.

Nuovo è invece lo spirito del tuo libro che, nel panorama letterario e politico italiano e mondiale, merita senz’altro più di un premio e di prestigio! E, Giorgia, permettimi un consiglio: nella tua ancora giovane vita hai faticato e fatto veramente tanto, tantissimo: adesso rallenta, cerca di delegare più che puoi, di evitare per quanto possibile il presenzialismo, di non spenderti troppo per un paese che certamente ami, ma che per tanti aspetti non merita i tuoi sacrifici.

Non c’è contraddizione in quanto scrivo: dobbiamo imparare per tempo a dosare le energie che, purtroppo, non sono inesauribili. Ricordati che il pazzo mondo attuale, con la sua volontà di distruzione di ogni valore, stritola tutto comprese le anime più nobili se non sono sempre vigili: questo non è pessimismo, ma penso sia consapevole lettura della realtà. La dittatura che ci sovrasta oggi è molto peggiore dei passati o presenti comunismi, fascismi e nazismi: per l’odierna dittatura del mondo globalizzato, le persone devono vendere l’anima ed essere solo consumatori di beni materiali e di servizi. Ai dettami di questa dittatura da tempo ormai si sono piegate anche e soprattutto le principali autorità civili e religiose, come da esse ben dimostrato nella gestione della faccenda Coronavirus: invece di essere fiaccole di spirito, luce, verità e democrazia hanno preferito fare il gioco degli approfittatori e degli intrallazzatori e, con loro, sfruttare l’ignoranza delle masse popolari. Vite sprecate, anime da condannare all’esecrazione perpetua… a meno di improbabili, ma auspicabili tardivi ravvedimenti.

Concordo con Diego Fusaro che oggi in senso politico destra e sinistra non hanno più significato: per gli scopi del capitalismo finanziario esse sono perfettamente intercambiabili. L’unica, indispensabile lotta può essere solo quella condotta contro la dittatura disumanizzante della globalizzazione capitalistico-finanziaria. Ti suggerisco la lettura dei miei ” Siamo tutti Dei” ed “Intuizioni”. Sono due scritti editi da OM Edizioni e pensati per persone di cultura varia, certamente non intellettuali, che per i motivi più disparati non hanno tempo o voglia di leggere libri impegnativi e forse ritengono sprecata la fatica dedicata alla lettura. Questi due libretti possono offrire spunti di riflessione a tutti coloro che desiderano liberarsi da ignoranza e pregiudizi. Per mail divulgo anche l’Appendice ad Intuizioni. Giorgia, ancora grazie e tanti auguri per tutto a te, ai tuoi cari e amici e ai tuoi tanti compagni di viaggio che ti sostengono nel tuo impegno. Buon lavoro.

Paolo Tolardo