Si è concluso a Ginevra il summit che ha visto incontrarsi Vladimir Putin e Joe Biden. È durato appena 93 minuti, nonostante le parti avessero previsto una durata di 4-5 ore

Secondo il Presidente russo sarebbe stato raggiunto un accordo con gli Usa per il ritorno degli ambasciatori, Putin ha anche aggiunto che il summit col suo omologo potrebbe definirsi costruttivo. Numerosi i temi trattati, tra cui la cyber security e il futuro trattato New START (che potrebbe essere stipulato molto presto); tra essi anche temi scottanti come il caso di Alexej Navalny, l’oppositore del Cremlino ora in carcere, che, secondo Putin, “sapeva di violare una legge russa” e “ha compiuto diverse volte lo stesso reato”.
Nonostante la precedente “alleanza” degli Usa di Trump con la Russia di Putin, il presidente russo ha definito il suo omologo statunitense “molto diverso dal presidente Trump” e “uno statista esperto”. Siamo dunque lontani dal clima di insulti reciproci tra i due presidenti.

Tuttavia Vladimir mette le mani avanti: “non vuol dire che ci prometteremo amicizia eterna o dobbiamo cercare le nostre rispettive anime” dichiara. “Abbiamo parlato del tema dei cittadini Usa detenuti in Russia e su questo punto potremo trovare un compromesso” conclude.