Il Pensiero del giorno è del dottor Christian Garzoni

*****

Abbiamo trovato nel web (social) questo post interessante e lo proponiamo ai nostri lettori, i quali giudicheranno in un senso o nell’altro.

*** La vignetta discutibile (che noi omettiamo) diceva: “Potremmo essere gli unici a farti entrare senza Green Pass”. L’immagine? Una bara. Umorismo macabro, un po’ forte. Non perderemo il sonno.

*****

foto Ticinolive

Invito tutti, a vedere il livello scandaloso delle discussioni con cui vax-scettici e no-vax hanno riempito la mia bacheca. Le lascio volutamente come prova.L’altro giorno ho tolto un post con una vignetta un po’ estrema ripresa dai social, inizialmente temendo di mancare di rispetto alle decine di deceduti e dei loro cari incontrati durante la pandemia. Non era così. Le voci indignate erano infatti per il mio sostegno al vaccino! Ci ripenso quindi e la rimetto***.

Riassume un semplice concetto “il vaccino salva le vite”. E ribadisco, in scienza e coscienza, e sulla base di veri dati scientifici:

1. I vaccini salvano vite umane.

2. Il COVID può uccidere e ucciderà ancora, purtroppo

3. I vaccini sono l’unica soluzione per uscire dal COVID con meno danni possibili

4. Chi non si vaccina, soprattutto se a rischio, è libero di farlo ma prende dei rischi per sé e ne causa ad altri

5. Come medico fa male incontrare pazienti non vaccinati ricoverati con brutti COVID, probabilmente il loro destino sarebbe potuto essere diverso.

I veri colpevoli, addirittura assassini, oltre che il COVID, sono i generatori, inventori, diffusori e sostenitori di false notizie – fakenews – che hanno favorito la creazione di molte paure infondate e un clima di scetticismo contro i vaccini.

E non si tratta di sano spirito critico, ma di frottole pericolose inventate con il puro scopo di generare paure e insicurezze. Chi muore oggi non vaccinato si sarebbe potuto forse salvare grazie al vaccini. E responsabili dei non-vaccinati sono in gran parte le fakenews, e chi le crea e le diffonde. Loro andrebbero accusati e incolpati.

Ricordo infine e per completezza, che è normale che medici e scienziati cooperino non solo con università ma anche con ditte farmaceutiche per fare avanzare il sapere e la medicina. I conflitti di interesse vengono dichiarati e sono pubblici. Sono anni che collaboro, come altre migliaia di medici, con ditte nel campo delle infezioni nei pazienti immunocompromessi in oncologia o nei trapiantati e batteri multiresistenti agli antibiotici, e questo è il campo di collaborazione con ditte tra le altre come come Pfizer, MSD, Roche o altre. Non i vaccini COVID…

Ringrazio chi mi e ci ha sostenuto in questa lungo periodo difficile, che purtroppo non è finito, con un augurio, che vi sia tanta energia illuminata nel diffondere il vero sapere e combattere le pericolose falsità. E ringrazio a questo punto tutti, compresi anche i vaccino-scettici a condividerlo per coerenza e completezza.

Visita il Centro informazioni sul COVID-19 per risorse sui vaccini. Ottieni informazioni sui vaccini