INTERPELLANZA

al municipio di Lugano

Richiesta di modifica degli articoli 4, 5, 6 e 10 dell’Ordinanza municipale sugli artisti di strada del 16 luglio 2020

Musicisti di strada (Pixabay, ivabalk)

Sabato pomeriggio, uno dei tre giorni dedicati alla Festa d’Autunno (Lugano 1 –3 ottobre 2021), ho assistito all’allontanamento di una coppia di giovani artisti di strada, che si si stava esibendo in Piazza Dante. La musica dei due giovani (una ragazza e un ragazzo) regalava gioia a turisti e abitanti locali e si inseriva bene nell’ambiente di festa che la città stava vivendo.

Inopinatamente l’arrivo di due solerti agenti della Polizia comunale ha posto fine alla loro esibizione: dopo aver chiesto i documenti di identità e constatato l’assenza di una autorizzazione per esibirsi nelle pubbliche vie, gli stessi hanno gentilmente ordinato ai due giovani di riporre i loro strumenti musicali nelle rispettive custodie. I commenti degli improvvisati spettatori (inutile dirlo) sono stati tutti negativi; non ci si capacitava come Lugano – città che vuole essere turistica, aperta, accogliente – possa essere così fiscale e intollerante.

Abbiamo tutti trovato stonata la rigidità dei due poliziotti con l’aria di festa che circolava in città. Gli artisti di strada sono perlopiù itineranti e si esibiscono di città in città, offrendo agli astanti il loro talento in cambio di offerte spontanee. Animano le vie e le piazze cittadine contribuendo a rendere la città più accogliente, più festosa, più umana. Sono spesso ignari di possibili “Ordinamenti municipali”, tanto più esibendosi nei giorni festivi; la giovane ribelle Edith Piaf sarebbe stata allontanata da Lugano!

Tutti noi abbiamo visitato molte città europee e abbiamo goduto delle esibizioni di artisti di strada (che non sono mendicanti). Lugano addirittura ospita da anni il Buskers Festival Lugano. Il festival degli artisti di strada, un appuntamento imperdibile e un Festival che, anno dopo anno, acquista sempre più importanza nel panorama europeo dei Festival dedicati all’arte di strada. Un paradosso!

Alla luce di quanto precede, i sottoscritti chiedono se il Municipio intende modificare gli artt. 4, 5, 6 e 10 dell’Ordinanza municipale sugli artisti di strada del 16 luglio 2020 in modo da rendere più semplice le loro esibizioni nella nostra città, in particolare nei fine settimana, nei giorni festivi e durante le manifestazioni pubbliche che si svolgono nelle vie e nelle piazze cittadine.

Aurelio Sargenti (PS – Gruppo PS-PC), primo firmatario

Mattea David (PS); Raoul Ghisletta (PS); Sara Beretta-Piccoli (Movimento Ticino&Lavoro); Niccolò Castelli (I Verdi); Federica Colombo Mattei (PPD); Dario Petrini (PS);Tessa Prati (PS); Omar Wicht (Lega); Carlo Zoppi (PS).