Le notizie che arrivano dall’Ucraina sono molteplici e si susseguono a grande velocità. Nella giornata di oggi, l’avanzata dell’esercito russo è stata meno efficace del previsto, infatti le principali città ucraine sembrano essere ancora sotto il controllo del proprio esercito. Ci si chiede tuttavia quanto questa situazione durerà dato che le forze armate russe sono sempre più vicine a Kiev, e in particolare nella zona nord della periferia della capitale.

Oggi si è inoltre parlato di una possibile trattativa tra le parti, che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky sta chiedendo da ieri. Mosca ha risposto oggi dicendo che Putin “è pronto a inviare a Minsk una delegazione russa a livello di rappresentanti del Ministero della Difesa, del Ministero degli Affari Esteri e dell’amministrazione presidenziale per negoziati con una delegazione ucraina”. Ma non è ancora chiaro quando e in che modo le delegazioni dovrebbero incontrarsi.

Intanto l’Occidente sta decidendo quali sanzioni applicare alla Russia e una cosa è certa: saranno durissime. Il presidente francese Emmanuel Macron ha detto che riguarderanno i più alti responsabili russi. Il governo tedesco invece ha parato di sanzioni severe nei confronti di Putin e del ministro degli esteri Sergei Lavrov: “Colpiamo il sistema dove è necessario colpire, non solo economicamente e finanziariamente, ma nel suo nucleo di potere, ed è per questo che non elenchiamo solo gli oligarchi, i parlamentari che hanno preparato questi passi. Ora mettiamo nell’elenco anche il presidente e il ministro degli esteri che sono responsabili degli innocenti che muoiono in Ucraina, sono responsabili di aver calpestato il sistema internazionale”.

Intanto il Comitato dei ministri del Consiglio d’Europa ha deciso di estromettere la Federazione Russa a causa della violenta aggressione all’Ucraina, vista come una grave violazione del diritto internazionale.
Il segretario della NATO Jens Stoltenberg ha definito le decisioni di Putin “un terribile errore strategico per il quale la Russia pagherà un prezzo severo per gli anni a venire”.