A Bali, in Indonesia, ha preso avvio il G20 dei ministri degli Esteri al quale hanno presenziato il segretario di Stato americano Antony Blinken e il capo della diplomazia russa Serghei Lavrov.

Nonostante la sorprendente presenza ravvicinata di Russia e America (che, forse, potrebbe lenire la guerra fratricida che sta raggiungendo i 200 giorni), in agenda sono state messe – oltre le altre sfide legate alla guerra, la crisi alimentare, le tensioni sull’energia ma anche l’inflazione globale e il rischio recessione.

(con una parte dedicata alla diversificazione delle fonti) e tutte all’aggressione militare della Russia ai danni dell’Ucraina, oltre le discussioni sulla cooperazione multilaterale per far fronte all’aumento del.

Ha aperto i lavori l’Indonesia, lanciando un appello per la fine della guerra in Ucraina; la Russia si è detta pronta a colloqui con i ministri degli Esteri turco e ucraino sulla questione del grano ucraino, come dichiarato dal ministro degli Esteri russo, Serghiei Lavrov.