Marco Chiesa eletto presidente dell’UDC nazionale

L’elezione è avvenuta oggi a Brugg (Argovia) a grande maggioranza di voti. Chiesa succede ad Albert Rösti ed è il primo presidente latino del partito. Ha 45 anni e qualcuno l’ha definito “il Blocheriano sorridente”.

* * *

Il comunicato della Sezione cantonale

L’UDC Ticino si congratula con il consigliere agli Stati Marco Chiesa per la sua brillante elezione alla presidenza del maggiore partito svizzero. E’ per noi e per il Canton Ticino un grande onore e gli formuliamo i nostri più sentiti auguri per questo prestigioso compito. In quanto Ticinese egli sarà il miglior ambasciatore per i temi cari ai ticinesi: immigrazione incontrollata, lotta al dumping salariale, concorrenza sleale dall’estero, costi di vita in aumento, disoccupazione reale in forte aumento, infrastrutture al limite, tasse crescenti e un ceto medio sempre più spremuto.

Marco Chiesa avrà il difficile compito di convincere il popolo svizzero a votare SÌ all’iniziativa per un’immigrazione controllata. Vogliamo garantire al nostro nuovo presidente la nostra solidarietà e il nostro sostegno. Siamo fieri di te, Marco! Auguri!

Piero Marchesi, presidente cantonale

Anche l’UDF Ticino (Unione Democratica Federale) per bocca del suo presidente Edo Pellegrini (granconsigliere UDC) lo definisce “un grande amico di UDF Ticino; il neo eletto rispecchia perfettamente i valori etici e le aspettative politiche del nostro partito.”

* * *

La sua prima data fatidica è molto vicina: il 27 settembre. Per vincere ci vorrebbe un miracolo, ma chissà, talvolta i miracoli accadono (9 febbraio). Deludente per contro sarebbe una sconfitta nel Ticino, dove le chance di vittoria sono assolutamente reali.