Sul tappeto la questione del Vicesindaco

Lorenzo Quadri rivendica con vigore la poltrona per sé.  Come riporta LiberaTV: “Sono stato il più votato dopo Borradori e Giudici, con un vantaggio di oltre mille voti rispetto a Masoni. Quindi, per quel che mi riguarda non c’è niente da discutere. Quando Giudici ha chiesto di fare il vicesindaco nessuno ha avuto nulla da obiettare. Nessun problema. Ma adesso i numeri, in termini di voti personali e di seggi, parlano chiaro e la Lega non intende lasciare al PLR una carica che le spetta di diritto. Nessun margine di discussione, quindi, su chi farà il vicesindaco”.

In realtà, se si andasse verso un confronto a muso duro, Quadri potrebbe contare solo su 3 voti sicuri. Sul versante opposto Giovanna Masoni voterebbe logicamente per se stessa, Giudici (o eventualmente Bertini) la sosterrebbe, così come – pensiamo – Zanini Barzaghi, socialista e donna. Resta Angelo Jelmini.

Questo il quadro della situazione, visto dall’esterno.