La Bibbia racconta che Gesù scelse 12 apostoli, o messaggeri tra i suoi discepoli più devoti. Dodici in omaggio alle 12 tribù di Israele.
Nel corso del 1. secolo d.C., per predicare la nuova fede gli apostoli percorsero migliaia di chilometri e cambiarono per sempre la Storia dell’umanità.

Così inizia un interessante articolo pubblicato dal National Geographic nell’edizione di marzo.
“Oltre ai 12 apostoli – si legge – anche altri convertiti della prima ora, come Mattia, la Maddalena, Marco e Luca sono considerati apostoli.

Paolo
Dopo una visione, Saulo – persecutore dei cristiani – prese il nome di Paolo e diffuse il Cristianesimo in tutto il bacino del Mediterraneo.
Pietro
Gesù diede ad alcuni discepoli un secondo nome. Simone il pescatore fu detto anche Cefa, “pietra” in aramaico e quindi Pietro. Fu il primo a battezzare i non ebrei.
Andrea
Pietro e suo fratello Andrea furono i primi seguaci di Gesù. Andrea predicò in Grecia e forse in Ucraina.
Giacomo il Maggiore
Era un pescatore, come il fratello Giovanni. La tradizione narra che predicò in Spagna e fu decapitato a Gerusalemme.
Giovanni
Figlio di Zebedeo e fratello di Giacomo, nel Vangelo che porta il suo nome è detto “il discepolo che Gesù amava”. Gli sono attribuite tre epistole e l’Apocalisse.
Filippo
Era originario della Galilea, la regione attualmente nel Nord di Israele, dove Gesù svolse gran parte del suo ministero.
Bartolomeo
Alcuni lo identificano con Natanaele, che obiettò alla provenienza del Messia: “Da Nazareth può venire qualcosa di buono?”. Avrebbe predicato in Turchia, India o Armenia.
Tommaso
Dopo aver dubitato della resurrezione tanto da chiedere di toccare le ferite di Gesù, divenne un fervente missionario; si narra che abbia fatto proseliti in India.
Matteo
Gesù scandalizzò gli ebrei cenando con Levi, esattore delle tasse e quindi considerato reietto. Levi prese il nome di Matteo e scrisse il primo Vangelo.
Giacomo il Minore
La Bibbia non dice molto su questo Giacomo, “figlio di Alfeo”. Per la maggior parte degli studiosi, l’epistola a lui attribuita sarebbe apocrifa.
Giuda Taddeo
Giuda Taddeo avrebbe predicato in Persia. Stando alla tradizione orientale, convertì la città di Edessa dopo averne guarito il sovrano.
Simone
Nel Nuovo Testamento è detto lo Zelota, forse in riferimento alle sue convinzioni politiche. In seguito avrebbe predicato in Persia, dove avrebbe subito il martirio.
Giuda Iscariota
L’apostolo che in cambio di trenta denari permise ai soldati romani di arrestare Gesù e poi, pentito, si impiccò.
Mattia
Furono gli apostoli a scegliere Mattia, che era già stato seguace di Gesù, per sostituire Giuda. Stando a una leggenda post-biblica predicò nella “terra dei cannibali”.
Maria Maddalena
Maria di Magdala seguì Gesù e rimase accanto a lui durante la crocifissione. Secondo la tradizione, sarebbe stata la prima a vederlo dopo la resurrezione.
Marco
Detto anche Giovanni, fu discepolo di Pietro e di Paolo. Fondò la Chiesa di Alessandria d’Egitto.
Luca
Era un medico pagano di Antiochia, che accompagnò Paolo nelle sue missioni. Sarebbe autore del terzo Vangelo e degli Atti degli Apostoli.