E’ il momento giusto per puntare sul gas, perché è meno inquinante e perché, con il preventivato abbandono del nucleare, le rinnovabili non saranno sufficienti a coprire la richiesta di energia. Il gas metano sarà in grado di integrarsi bene con le energie alternative.

Queste le parole di Edo Bobbià, direttore di Metanord SA, alla conferenza stampa di martedì 15 maggio, dove è stato presentato l’arrivo del gasdotto dell’azienda di Camorino da Rivera sul Piano di Magadino.
L’installazione delle tubature inizierà il mese prossimo. A novembre è prevista la messa in attività. Un investimento di 12 milioni di franchi per una condotta lunga quasi 4 chilometri.
Da Quartino partiranno due reti di distribuzione. La fascia d’utenza considerata si situa nelle seguenti località : Giubiasco, Monte Carasso, Sementina, Sant’Antonino, Cadenazzo, Contone e Magadino.
Tra giugno e settembre Metanord si produrrà in una campagna mediatica per promuovere l’uso del gas. Sono previsti spot televisivi, volantini a tutti i fuochi e prezzi scontati a chi si allaccerà alla rete di distribuzione.
Dagli attuali 60 utenti, entro dicembre l’azienda intende quasi triplicare e raggiungere quota 170 allacciamenti, tra ditte e case a uso famigliare.

Sul suo sito web Metanord SA presenta il progetto e precisa che “I clienti interessati a un allacciamento del gas, o/a informazioni in merito sono pregati di prendere contatto la Metanord SA allo 091 820 0550 oppure via mail all’indirizzo gn@metanord.ch o info@metanord.ch.
Il sopralluogo presso la vostra abitazione e/o attività da parte di un nostro tecnico specializzato e la preparazione del preventivo sono gratuiti e senza impegno.”