A grande richiesta ripubblichiamo questa intervista a Nicola Schulz dei nobili Bizzozzero-Crivelli. Un pezzo provocatorio di enorme successo che aveva suscitato migliaia di clic ma che a un certo punto era stato ritirato.

Un’intervista di Francesco De Maria.

SchulzFrancesco De Maria  Ticinolive l’ha intervistata il 7 aprile 2014. [Prima intervista. Sempre leggibile, ndR] Che cosa le è successo da allora? Come è cambiata la sua vita? Come procedono i suoi studi?

Nicola Schulz  Il vostro portale d’informazione mi aveva intervistato quando feci il “debutto” in società… all’età di diciotto anni. Da allora, ho reso più internazionale la mia attività di PR, partecipando a molti eventi sia a Lugano che all’estero. I miei studi procedono abbastanza bene, anche se con alcune difficoltà nelle materie scientifiche.

Se ho ben capito, al centro del suo interesse stanno le relazioni sociali e il contatto con alcuni esclusivi ambienti che compongono la nostra società. Come ha ampliato il suo “giro” di conoscenze? Che cosa ha scoperto?

NS  Certo, essendo molto giovane e pur avendo un “Background” alle spalle (la famiglia, la società ecc.), mi sono “fatto” da solo. Grazie alla mia personalità, alla mia simpatia e spesso grazie al mio carattere, riesco ogni giorno a conoscere più persone, specialmente donne di un certo livello. Ahimè, prima che mi critichiate, per un certo livello, intendo delle persone con cultura, buone maniere ed educazione.

Lugano è una piccola città di provincia (così la vedo io). Ma Lugano è anche diventata la residenza di una certa società internazionale, che l’ha scelta per le sue caratteristiche e per i vantaggi che presenta. Il punto è: chi sono questi nuovi (anche non recentissimi) arrivati?

NS  Concordo pienamente con lei che Lugano è una città di provincia, ma da qualche anno abbiamo molti cittadini influenti russi, arabi e tedeschi che permettono uno sviluppo maggiore dell’economia e dell’internazionalità. Normalmente è difficile legare o conoscere queste persone appena arrivate, poiché formano un loro proprio “clan”.

Dunque si sono creati dei “clan” con una ben definita connotazione etnica. Lei è introdotto in simili ambienti?

NS  Diciamo che ho alcuni amici russi e trovo che siano persone molto belle ma che bisogna saperle conoscere, poiché hanno diverse usanze e costumi; ma è questo che mi piace… conoscere nuove culture e nuove tradizioni. Confesso, che vorrei imparare il russo, per ora riesco a formare davvero poche frasi. Spesso, vengono definiti “rozzi e maleducati” ma non tutti sono così e quindi non bisogna generalizzare. Arabi? Personalmente, proprio in questi giorni ho avuto un flirt con una ragazza araba molto bella, distinta con Savoir-Faire, ma la nostra e la loro mentalità è diversa! Però a me piacere giocare e quindi giocherò fino in fondo.

A Lugano risiedono moltissimi italiani (sempre più numerosi). Mi faccia un identikit del residente tipico italiano.

NS  Il cittadino italiano mi piace, la maggior parte dei miei amici sono milanesi; ma anche qui dobbiamo precisare una cosa: Non sopporto il tipico italiano arricchito con la puzza sotto il naso che parla dalla mattina alla sera di soldi.
Ciò che apprezzo degli italiani è il loro modo super chic di vestirsi.

Esiste, come dire, un’ “alta società luganese”? Se sì, come si compone?

Nic 3NS  La High Society luganese esiste eccome! È formata da quelle antiche famiglie luganesi di origine spesso aristocratica, dalle famiglie borghesi e purtroppo anche dai nuovi ricchi che non si sa bene come possano condurre uno stile di vita elevato avendo cognomi e storie non esistenti. Per questo motivo, io tendo a frequentare solo le persone che mi fanno stare bene, che abbiano educazione, classe ed eleganza. Non guardo il loro conto in banca, trovo che sia una cosa orrenda.

Quali sono i locali di riunione più gettonati da queste cerchie? Lei li frequenta?

NS  Queste persone le possiamo trovare per esempio allo storico ristorante Al Porto di Via Pessina, al Principe Leopoldo o meglio ancora allo Splendide Royal… ma meglio ancora al Golf Club… ma anche in un ristorante o grotto di paese! Personalmente, ogni giorno faccio tappa fissa per un caffè o un pranzo al ristorante Al Porto (che prediligo nella stagione autunnale ed invernale) e il ristorante Vanini dove ogni giorno faccio aperitivo.

Lei presta molta attenzione a un certo tipo di società, facoltosa e brillante. La conosce a fondo? Che cosa si aspetta di ottenere da essa?

NS  Le mie vere amicizie sono tra le persone normali, anche se, spesso tra le personalità che compongono questa società facolta e brillante nascono spesso delle vere amicizie. Personalmente, ogni giorno faccio tappa fissa per un caffè o un pranzo al ristorante Al Porto (che prediligo nella stagione autunnale ed invernale) e il ristorante Vanini dove ogni giorno faccio aperitivo. Certo, io frequento questi locali, ma una sera mi può trovare con lo smoking al Leopoldo per un Gala ed il giorno dopo mi può trovare a mangiare le costine al grotto. Personalmente frequento questa società perché alla fine sono stato abituato fin da piccolo e poiché vi trovo sempre delle donne interessanti.

Con quali realtà è entrato concretamente in contatto? Ha trovato, eventualmente, qualcosa di diverso da ciò che pensava di trovare?

NS  Sono entrato a contatto con delle persone normali e niente di nuovo per me… Fin da bambino sono stato abituato a queste cose..

Lei conosce degli autentici nobili che vivono a Lugano?

NS  A Lugano le famiglie nobili sono tante, a partire dalle antiche famiglie del patriziato. In questo caso, le dico che anche io dalla Nonna paterna discendo appunto dalla nobile famiglia Bizzozzero-Crivelli; queste famiglie oltre ad avere dato al mondo uomini di grande cultura, hanno partecipato attivamente alla vita politica e culturale della Lombardia prima e del Ticino poi. Certo, dire sono amico è azzardato, ma conosco per esempio i Baroni Von Schoen, la Contessa Lucy Morandi dei nobili Bagliacca, la “Gran Signora” ovvero, Ivana Gilardi, la Principessa Patrizia d’Asburgo Lorena, la Principessa Anna Alliata di Villafranca. E aggiungerei altri due nomi prestigiosi: Hanouf Al-Ahmad e Lady Monika del Campo Bacardi of Bayfield Hall.

Qual è il suo atteggiamento psicologico nei confronti della ricchezza?

Nic 4NS  Ho un amore / odio. Sono un grande spendaccione e non mi pongo quasi mai limiti, ma sono consapevole della fatica che si fa a guadagnare solo cinque franchi. A volte penso, che se la mia famiglia anni addietro fosse stata come me a quest’ora mi troverei a chiedere la carità… Ammetto di essere molto attaccato al soldo, ma allo stesso tempo sono molto attaccato alla mia famiglia che va sempre al primo posto… riesco ad aiutare le persone, i miei amici e soprattutto le persone a cui voglio bene. Spesso si dice che le persone materialmente agevolate non sappiano provare sentimenti, ma quanto detto è falso! Anzi, a volte sono proprio queste persone che sanno dare di più, rimanendo semplici persone.

Non ha mai pensato che spesso la ricchezza viene acquisita con mezzi dubbi o addirittura illeciti? Non la turba questo pensiero?

NS  Certo! Questo pensiero non mi turba assolutamente, credo che il denaro non abbia un proprietario.

Secondo lei i ricchi sono più o meno felici delle persone normali?

NS  No! Sono tutti uguali. La ricchezza può cercare di aiutare a raggiungere la felicità… Ma senza peli sulla lingua, dico che i soldi forniscono tranquillità economica e stabilizzano i rapporti sociali e quindi senza il denaro non si può vivere dignitosamente.

Quale può essere il ruolo di un ragazzo molto giovane in certi ambienti esclusivi?

NS  Beh terra a terra le dico, che in questi ambienti un ragazzo giovane può essere un “ragazzo di società”. Spesso vediamo forse non a Lugano, ma in città più cosmopolite, donne over 40 accompagnate da ragazzi molto giovani.

È mai venuto a conoscenza di segreti, magari “irraccontabili” ? (non li dica però! Le concedo solo qualche allusione…)

NS   Tradimenti… su tradimenti … (risposta che definiremmo “minimalista”)

Lugano potrebbe (come alcuni hanno detto) diventare una specie di Montecarlo?

Nic 5NS  Sì, Lugano ha tutte le potenzialità per diventare una piccola Monte-Carlo! Ma per diventarla secondo me bisognerebbe prestare maggiore attenzione ai mendicanti, ai profughi e agli asilanti che disturbano con minacce e casini la quiete di tutti i residenti, ticinesi e non.

Quale sarà il prossimo evento importante al quale prenderà parte?

Con questa domanda mi mette in difficoltà! Sono molti gli eventi… e non li elenco tutti eh… In questo mese si svolgerà a Forte dei Marmi in Versilia, la tradizionale “Grande Festa d’Estate” della Rivista Stupenda Toscana Forte 100, presso l’Hotel Principe, dove parteciperanno molte personalità internazionali. A settembre avremo il Secret Hangar Party, un evento top all’aeroporto di Lugano-Agno. Ma l’evento più attesso dell’anno (dopo il matrimonio Casiraghi-Borromeo) è sicuramente il Bal de Noël a Monaco, che quest’anno giunto alla decima edizione, fondato da Sandrine Garbagnati – Knoell (5 Stars Events), avrà come tema il connubio “Monte-Carlo / New-York”.