David Keeble : mercati sotto shock, nessuno crede più alla Federal Reserve

I mercati sono in uno stato di shock a seguito della decisione della Federal Reserve, la banca centrale americana, di proseguire con la stampa illimitata di moneta, il Quantitative easing.

E’ quanto sostiene David Keeble, analista di Credit Agricole : “La credibilità della Federa Reserve è a pezzi, così come lo è la sua strategia di comunicazione”.

Il presidente della Fed Ben Bernanke ha deciso di continuare l’iniezione mensile sul mercato per un valore di 85 miliardi di dollari. Questo ha generato a Wall Street nuovi record assoluti per il Dow Jones e lo S&P 500, mentre l’oro ha segnato la sessione migliore dal gennaio del 2009.
Si è trattato però di un’euforia di breve durata, che si è spenta progressivamente, lasciando il posto a una pesante incertezza.
Gli investitori, convinti che la Fed avrebbe chiuso o ridotto il Quantitative easing, si chiedono quando e se il QE avrà fine. Soprattutto, si è rotto quel legame di tacita fiducia tra mercati e Federal Reserve, secondo cui la Fed, alla fine, agisce secondo le aspettative degli investitori.

Gli economisti iniziano a temere la trappola della liquidità visto che l’impatto delle misure di politica monetaria ultra accomodante diminuisce in modo progressivo, avvicinandosi alla fine allo zero e diventando addirittura negativo.

(Wall Street Italia.com)