Michele Moor assolto con formula piena dai giudici di Como

Assolto per non aver commesso il fatto. Il banchiere Michele Moor, partner della Wegelin & Co e direttore a Lugano, era accusato dal pm Mariano Fadda di riciclaggio di denaro per un ammontare di almeno 100.000 Euro (fatti risalenti al 2005). La richiesta di pena era stata di 1 anno e 10 mesi. L’imputazione è  caduta e il proscioglimento è stato pieno.

“Assoluzione per non aver commesso il fatto, era ciò che mi aspettavo e l’avevo detto sin dall’inizio” ha dichiarato Moor al Corriere del Ticino. ” Sono contento perché sono stati degli anni davvero spiacevoli, soprattutto per la mia famiglia”.

Michele Moor è un finanziere che coltiva vari altri interessi, in particolare i cavalli e la politica. Nel 2007 sfiorò, quale outsider popolare democratico, l’elezione in Consiglio Nazionale, insidiando la carica alla quotata Chiara Simoneschi Cortesi. Ha presieduto per alcuni anni l’Associazione Società Civile della Svizzera Italiana e presiede attualmente la sezione luganese dell’UDC.