La scuola deve ritrovare i suoi valori – di Nicholas Marioli

 Marioli xIl tema della scuola è sempre di attualità, riguarda le famiglie che sono la ricchezza e il motore della nostra società. Il degrado degli usi e dei linguaggi è sotto gli occhi di tutti, prova ne è la mancanza di rispetto da parte di parecchi giovani verso le istituzioni e la quiete pubblica. Purtroppo non tutti i giovani riescono a trovare la propria strada e tanti finiscono per rovinare la propria vita, pesando inevitabilmente sulla famiglia e sulla comunità tutta.

Una delle principali cause è la totale mancanza di disciplina e di valori; se questi non possono essere trovati in famiglia devono essere rispettati verso la comunità e nei confronti delle istituzioni.

Bisogna far rivivere il vero spirito della scuola, garantendo ai docenti di poter manifestare la propria autorità. Servono misure concrete. Propongo che il sistema scolastico ticinese preveda la bocciatura automatica in caso di nota insufficiente nella condotta-applicazione. Questa nota non viene considerata abbastanza. Approccio totalmente deleterio se pensiamo che dovrebbe rappresentare le migliori e principali qualità di ogni studente; ovvero l’impegno per la propria formazione, il rispetto per i docenti e gli altri allievi. Caratteristiche fondamentali anche nel mondo del lavoro.

Nicholas Marioli
Candidato in Gran Consiglio per la Lega dei Ticinesi