Quando anche ReGiorgio suscita perplessità

Giudici sullo scottante “caso del city manager”. Dalle sue dichiarazioni rilasciate a Radio Fiume Ticino e riprese da LiberaTV.

Regiorgio“Io reputo che dietro alla scelta del Municipio  ci siano altre motivazioni rispetto a quelle dichiarate, soprattutto di carattere interpersonale. Delorenzi dava fastidio, perché era una persona che da parte mia aveva ricevuto il compito di mettere chiarezza in alcuni settori. E’ ovvio che quando si toccano certe corde dell’amministrazione e dei dicasteri si possono suscitare determinate reazioni. Sicuramente l’uscita di scena del sottoscritto, che in fondo era un po’ il punto di riferimento, ha semplificato per qualcuno la possibilità di allontanarlo.”

“Tagliare i fili tout court senza sapere bene perché lo si fa, semplicemente adducendo che questa persona non serve più, mi sembra abbastanza banale e superficiale come giudizio. E’ chiaro che aveva anche una personalità forte. Verosimilmente questo ha dato molto fastidio non solo alla struttura amministrativa ma anche alla struttura politica.”

Ora, Mauro Delorenzi è, per sua stessa dichiarazione e sulla base di certificati medici da lui stesso presentati, seriamente ammalato. E non prevede neppure di guarire entro due anni.

Se è ammalato, come può lavorare?

Se invece non è ammalato, allora potrebbe sì continuare, ma in tal caso le decisioni che sono state prese perdono la loro base.

Giorgio, per favore, spiegati.