Il gigante americano Boeing taglia migliaia di posti di lavoro

BoeingI problemi dei mercati mondiali colpiscono anche Boeing, la più grande costruttrice statunitense di aerei e la maggiore azienda nel settore aerospaziale. La compagnia ha annunciato il taglio di 4’500 posti di lavoro a partire da giugno. Lo conferma il Wall Street Journal.

La riduzione prevista è legata al fatto che Boeing ha perso una parte del mercato a causa della crescente richiesta mondiale di aerei a buon mercato. In febbraio, i licenziamenti nelle compagnie aeree americane sono aumentati del 218 %.

Il tutto mentre il mercato borsistico statunitense continua a perdere punti. Ciò malgrado, stando alle dichiarazioni del governo di Washington, il paese non conosce alcuna crisi e il tasso di disoccupazione è entro limiti accettabili. Le autorità americane continuano ad affermare che la recessione è terminata nel 2011.