Lattecaldo. Tanto tuonò che non piovve – Ignazio Cassis candidato unico – Alle 12.22 arriva Schneider-Ammann in Super Puma

Il Comitato cantonale, riunito a Breggia, conferma la strategia dell’Ufficio Presidenziale

* * *

È stata una bella giornata, piena di sole e di verde, ma non è stata certo emozionante. Dopo un lungo e circostanziato discorso del presidente Caprara, che Ticinolive pubblicherà integralmente, Laura Sadis in meno di un minuto ha sistemato la faccenda, ritirando in pratica la sua candidatura. L’ha seguita a ruota Christian Vitta (ma con un discorso più lungo).

L’iniziativa lanciata in favore dell’ex consigliera di stato – principalmente da personalità della sinistra esterne al partito – è apparsa alla prova dei fatti nella sua assoluta inconsistenza. Nella discussione, scarna, solo due interventi hanno manifestato opposizione alla candidatura unica decisa dall’UP. Quelli di Giovanna Viscardi, presidente a Lugano (“a titolo personale”), e di Andrea Giudici, un granconsigliere che viene comunemente considerato un esponente della destra del partito.

Alla resa dei conti solo tre voti contrari. Poi standing ovation per Cassis, che risponde con aggraziati inchini.

Una buona giornata per Bixio Caprara, che ha dimostrato di saper tenere in pugno il partito. Fresco di presidenza ha superato la sua prima prova delicata. Il “diluvio mediatico” – con le molte sciocchezze scritte, per non parlare delle cattiverie e delle interessate ipocrisie – ha mostrato tutti i suoi limiti. Il partito non si è lasciato impressionare dalle pacchiane interferenze di Levrat e dalle “dotte” analisi di Stojanovic. E neppure dalle ideologie “gender”, oggi di gran moda.

Tutto bene allora? Ormai è fatta? Ma no, l’essenziale deve ancora venire.

* * *

IL COMUNICATO UFFICIALE

Ignazio Cassis sarà il candidato del PLRT per la successione a Didier Burkhalter. Il Comitato cantonale ha dunque confermato oggi, martedì 1° agosto, la proposta dell’Ufficio presidenziale di concentrarsi su un’unica candidatura per evitare dispersioni di forze. Forte di un’esperienza pluriennale in Parlamento e quale Presidente del Gruppo parlamentare PLR alle Camere, Ignazio Cassis è il candidato con il profilo ideale per riportare la sensibilità, la cultura e la lingua italiana all’interno del Consiglio federale.

La proposta dell’Ufficio presidenziale del PLRT, presentata in conferenza stampa lo scorso 11 luglio, indicava una candidatura unica per il seggio vacante in Consiglio federale nella persona di Ignazio Cassis. Oggi, il Comitato cantonale del Partito – riunita per l’occasione al Centro Lattecaldo di Breggia – ha condiviso la proposta dell’Ufficio Presidenziale. Un nome unico permetterà di evitare frammentazioni, rafforzando il Canton Ticino e la Svizzera italiana nel contrastare le annunciate ambizioni romande lontane dal rinunciare al terzo seggio. Infatti appare sempre più evidente che, come previsto, la candidatura della Svizzera italiana sarà accompagnata da altre provenienti dalla Svizzera romanda che da subito hanno manifestato le proprie intenzioni e la prassi vuole che sia presentata una candidatura per cantone.

Il candidato della Svizzera italiana sarà dunque il ticinese Ignazio Cassis. La sua candidatura è stata accolta per acclamazione dai numerosi (quasi 300!) delegate e delegati accorsi a Morbio superiore. Cassis è il candidato ideale, in quanto rispecchia pienamente il profilo auspicato dal PLR svizzero: ha maturato una solida esperienza parlamentare, che l’ha condotto nel 2015 a diventare Presidente del Gruppo parlamentare, un ruolo che ha ricoperto con bravura e coerenza. Cassis inoltre si esprime perfettamente nelle tre lingue nazionali e ha già mostrato una notevole competenza nella soluzione di problemi complessi tramite il dibattito interno al partito e la ricerca di consenso. Oltre al proprio spirito analitico derivante dalla professione di medico, Cassis potrà portare in Consiglio federale la particolare sensibilità politica legata alle dinamiche e alle criticità di una regione di frontiera quale è il Ticino, un aspetto che senza dubbio rappresenta un importante valore aggiunto per la conduzione politica del nostro Paese.

Il PLRT tiene nuovamente a ringraziare tutte le potenziali candidate e potenziali candidati, tra cui Laura Sadis e Christian Vitta, per essersi messi a disposizione del Partito e della Svizzera e per il sostegno alla candidatura di Ignazio Cassis. Questo è un segnale importante per il Partito liberale radicale ticinese che può annoverare tra i propri rappresentanti, donne e uomini di grandi qualità.

Partito liberale radicale ticinese