Cassis delude la Destra. Ma poteva fare altrimenti?


Il Pensiero del giorno di questa domenica… non è un semplice pensiero, bensì un intero articolo. Oggi Lorenzo Quadri sferra un duro attacco al consigliere federale PLR Ignazio Cassis in merito alle ultime “novità” sulle trattative con Bruxelles.

  • Quadri può avere ragione o torto (decidete voi) ma è bene che Quadri ci sia. Pensate se avessimo a disposizione solo l’eterno beverone ipnotico “politicamente corretto” (una specie di oppiaceo Resyl Plus, rimedio sovrano contro la tosse). La libertà d’espressione, che tutti lodano, è una gran cosa, benché possa rivelarsi scomoda.
  • Lorenzo, Cassis è stato eletto dall’UDC. A Berna è il tuo partito (e quello della signora Pantani Tettamanti). Siete membri a pieno titolo (e preziosi) del Gruppo UDC al Nazionale.
  • Potevano votare Maudet? Indubbiamente. E Maudet sarebbe stato eletto (col senno di poi, del quale “son piene le fosse”… sarebbe stato un autentico thriller!). Potevano votare Moret? Perbacco sì. E Moret sarebbe stata eletta.
  • L’UDC federale ha regalato al Ticino il sospirato consigliere federale, e di ciò le siamo grati. Ma se hanno sperato, in tal caso sono degli allocchi, perché non potevano sperare nulla.