Legge sulle armi, diktat dell’UE. “Noi ci esponiamo in prima persona in favore di un chiaro NO”

Grütli, immagine Wiki commons

Si è costituito un gruppo formato da rappresentanti dei partiti politici e della società civile, il quale ha deciso di esporsi in prima persona per affermare «un chiaro NO alle ulteriori inutili restrizioni alla legge sulle armi» in votazione il prossimo 19 maggio. «Schengen non è in pericolo ma le nostre libertà sì!» scrive il gruppo nel suo comunicato.

Per il gruppo i principi che stanno alla base di questa modifica di legge “sono assurdi e sono un grave pregiudizio per le libertà e i diritti nel nostro Paese: oggi si vota sulle armi, ma domani? Dove potranno ancora venir applicati tali principi ingiusti, sproporzionati, inutili e, non da ultimo, antisvizzeri?”

* * *

È importante opporsi nel merito al diktat dell’UE? Naturalmente sì. Ma a nostro avviso ancora più importante è il tentativo, che riveste anche una valenza psicologica, di contrastare l’atteggiamento rinunciatario e servile nei confronti dell’Unione europea e il “sinistrismo strisciante” (o “politicamente corretto”) che affligge i partiti storici.

L’elenco degli aderenti è nutrito e comprende alcuni nomi di peso. Quanti socialisti? Logicamente nessuno. Quanti PLR e PPD? Troppo pochi, s’intende, ma qualche coraggioso appare all’orizzonte. Il folto gruppo potrebbe anche crescere, se qualche liberale seguisse il Vice Sindaco di Lugano on. Michele Bertini e qualche PPD il presidente dell’AITI e consigliere nazionale on. Fabio Regazzi. Non si sa mai. Dio è grande e i miracoli non sono esclusi.

* * *

Questa la composizione, a oggi, del Gruppo interpartitico.

  • Omar Balli, Granconsigliere Lega
  • Riccardo Beretta, Presidente Associazione ticinese tiratori e collezionisti d’armi
  • Michele Bertini, vicesindaco di Lugano PLR
  • Igor Canepa, Consigliere comunale PLR Vogorno
  • Iris Canonica, LibertàeValori.ch, già Granconsigliere
  • Andrea Censi, Granconsigliere Lega
  • Marco Chiesa, Consigliere nazionale UDC
  • Ivano De Luigi, Presidente UDC Sezione di Bellinzona
  • Lara Filippini, Granconsigliere UDC
  • Pio Eugenio Fontana, Presidente LibertàeValori.ch
  • Tiziano Galeazzi, Granconsigliere UDC
  • Sem Genini, Granconsigliere Lega
  • Franco Ghezzi, Municipale PPD Cureglia
  • Battista Ghiggia, già candidato al Consiglio degli Stati
  • Mauro Ghirlanda, Presidente ASSU Lugano
  • Pietro Ghisletta, Presidente Patriziato di Camorino
  • Andrea Giudici, già Granconsigliere PLR
  • René Grossi, Municipale PPD Gordola
  • Lelia Guscio, Granconsigliere Lega
  • Fabio Käppeli, Granconsigliere PLR
  • Christian Imperatori, già candidato PPD al Gran consiglio
  • Doriano Junghi, Presidente Federazione Ticinese delle Società di Tiro
  • Ilvo Junghi, Presidente Sezione PPD Cadempino
  • Cosimo Lupi, Consigliere comunale PLR Gordola
  • Oviedo Marzorini, già Granconsigliere PPD
  • Alessandra Noseda, Consigliere comunale Lega Monteceneri
  • Roberta Pantani, Consigliere nazionale Lega
  • Athos Pedrioli, Presidente cantonale ASSU
  • Lorenzo Quadri, Consigliere nazionale Lega
  • Cherubina Ravasi, già Sindaco di Cimadera
  • Fabio Regazzi, Consigliere nazionale PPD
  • Fulvio Regazzoni, Giornalista
  • Christian Righinetti, Consigliere comunale PLR Ponte Capriasca
  • Tullio Righinetti, già Granconsigliere PLR
  • Fabio Schnellmann, Granconsigliere PLR
  • Roberta Soldati, Granconsigliere UDC
  • Mirko Tantardini, docente e ufficiale federale di tiro
  • Paolo Toscanelli, Consigliere comunale PLR Lugano
  • Sergio Vecchi, già candidato PPD al Gran consiglio
  • Giovanni Vittori, già Granconsigliere PPD
  • Werner Walser, LibertàeValori.ch