FC Lugano rimane a Renzetti: non si conclude l’affare con Leonid Novoselsky

Leonid Novoselsky ha chiarito oggi che il suo tentativo di rilevare la maggioranza delle azioni dell’FC Lugano non è andato a buon fine. “Ero in trattativa con un fondo di investimento, tuttavia non siamo riusciti a concretizzare. Sono dispiaciuto, ma continuerò a lavorare per il settore giovanile bianconero. In futuro se ne riparlerà” ha dichiarato l’imprenditore russo che comunque rimane azionista di minoranza del club. Dietro alla mancata conclusione dell’affare ci sarebbero state troppe incertezze che hanno impedito di chiudere l’operazione. Per quanto dispiaciuto tuttavia, l’imprenditore non sembra amareggiato. Al Corriere del Ticino Novoselsky ha dichiarato di essere comunque felice per Renzetti: “Ha conquistato l’accesso ai gironi di Europa League assieme al suo staff, dunque è giusto che abbia l’opportunità di vivere questo sogno”.

Dal canto suo Angelo Renzetti aveva avuto il sentore che l’affare non sarebbe andato in porto, ora si dichiara sereno: “Sarei stato felice in entrambi i casi, ve lo assicuro. Alla fine però è andata così. Novoselskiy mi ha chiamato questa mattina per comunicarmi la sua scelta. Vi dico la verità, in questo periodo non ho pensato tanto a questo. Ho lavorato come ho sempre fatto. Novoselskiy continuerà invece a svolgere il suo lavoro. Il punto positivo è che adesso non ci sarà più quello stress che c’era fino ad oggi”. Ma non nega la necessità di un cambiamento che possa dare stabilità alla società e spera in un maggiore coinvolgimento degli imprenditori locali che possano dare una mano nella gestione del club. “Sarebbe bello poter avere già una soluzione sul tavolo a dicembre” dichiara Renzetti ma ammette che si tratta di una previsione fin troppo ottimista.

Leonid Novoselskiy, imprenditore di successo, è la definizione incarnata di un “self-made man”. Nato a Kiev 49 anni fa, figlio di due ingegneri, Leonid è laureato in chimica e fisica e ha un master in Business Administration. Ha vissuto gli anni più difficili del post USSR e grazie al suo talento imprenditoriale ha creato assieme a tre amici quella che oggi è una delle 200 compagnie private russe più importanti. La Gradient, che opera nel settore del cosmetici, è partita infatti come un singolo piccolo negozio nella Mosca degli anni 90. Ora Leonid vive in Ticino con sua moglie Tania e i tre figli e coltiva la sua grande passione per il calcio attraverso l’impegno dimostrato per la sezione giovanile dell’FC Lugano.