Da oggi nel tunnel pedonale di Besso c’è una rete neuronale. “Inside an Artificial Brain”

Luca Maria Gambardella (scienziato) e Alex Dorici (artista) ne sono i creatori

 La Città di Lugano in collaborazione con USI e SUPSI ha svelato oggi “NeuralRope#1. Inside an Artificial Brain”, l’opera di arte urbana che coniuga ricerca artistica e scientifica. Ideata dall’artista Alex Dorici in collaborazione con IDSIA-Istituto Dalle Molle di studi sull’intelligenza artificiale (USI- SUPSI), sarà ospitata in maniera permanente all’interno del tunnel pedonale di Besso. Questa sera, alle 18.30, è prevista l’inaugurazione pubblica, a cui farà seguito un aperitivo con dj set.

Foto Città di Lugano (Veronica Barbato)

Da oggi il tunnel di Besso si presenta in una veste completamente rinnovata grazie alla presenza di “NeuralRope#1.Inside an Artificial Brain”, un’installazione permanente realizzata a quattro mani dall’artista Alex Dorici e dallo scienziato Luca Maria Gambardella, direttore di IDSIA.
“Quest’opera valorizza uno spazio pubblico strategico per Lugano, contraddistinto dal forte passaggio di chi percorre la direttrice tra stazione ferroviaria e centro città – ha sottolineato il sindaco Marco Borradori.

Foto Città di Lugano (Veronica Barbato)

Il tunnel di Besso non è più solo un luogo di transito, ma è stato ripensato per diventare uno spazio multifunzionale dove promuovere diverse attività. L’installazione è frutto delle sinergie create con L*3- Lugano Living Lab, piattaforma che favorisce l’innovazione attraverso iniziative concrete, ma con uno scopo ben preciso: migliorare la qualità di vita di residenti e ospiti. La tecnologia non è un fine, ma uno strumento che deve aiutarci a perseguire obiettivi nobili, promuovendo una città sempre più inclusiva, accogliente e vivibile.”

Alla presentazione di stamani hanno parlato il Sindaco, il rettore Boas Erez, il professor Gambardella e Franco Gervasoni, direttore della SUPSI.

.