Tragedia a Kitzbühel: 25enne stermina una famiglia di 5 persone

 

Una tragedia ha colpito la scorsa notte la nota località turistica del Tirolo, Kitzbühel, in Austria dove cinque persone sono state uccise nella notte di ieri. Un uomo di 25 anni si è presentato alla polizia confessando di aver ucciso la sua ex fidanzata diciannovenne e tutta la sua famiglia. Il giovane avrebbe compiuto il folle gesto per gelosia. Le vittime sono due donne, la ragazza e sua madre, e tre uomini tra i quali il padre e il nuovo fidanzato della ragazza.

Secondo la ricostruzione i due, entrambi di Kitzbühel, si erano separati due mesi fa. La sera prima della strage si sarebbero incontrati per caso in un locale mentre la ex fidanzata dell’assassino era in compagnia di un altro uomo. Secondo alcune testimonianza l’incontro è sfociato in una lite.

La mattina dopo, alle 5, il 25enne si è presentato a casa della ex ragazza dove ha avuto un acceso dibattito con il padre di lei.  Dopo essere stato cacciato via il giovane è tornato a casa sua e ha preso la pistola del fratello. Inizialmente è andato nuovamente alla villetta dove ha freddato il padre (59 anni), la madre (51) e il fratello della ragazza. Si è poi intrufolato di nascosto, rompendo il vetro di una finestra nella casa della nonna dove l’ex fidanzata dormiva con il suo nuovo ragazzo. Si è poi presentato in polizia dichiarando: “Ho appena ucciso 5 persone”.

Gli inquirenti hanno dichiarato che l’assassino sapeva esattamente dove andare, in precedenza aveva vissuto con quella famiglia per diversi mesi. Il capo dell’Ufficio per il crimine del Tirolo Walter Pupp ha riferito che il colpevole è sempre stato una persona calma che aveva avuto qualche problema con la legge per reati minori ma tuttavia nulla nel suo comportamento faceva presagire una tale escalation di violenza. Il sindaco della nota località sciistica Klaus Winkler ha detto: “Siamo tutti scioccati e profondamente rattristati da quello che è accaduto. Non era mai successo che un’intera famiglia fosse spazzata via così tragicamente”.

Quella di Kitzbühel purtroppo non è l’unica tragedia causata dall’insensata violenza contro le donne. Secondo uno studio delle Nazioni Unite, nel 2017 in tutto il mondo 87mila donne sono state uccise in crimini violenti, in 50mila di questi casi a porre fine alla loro vita sono stati loro partner o familiari.