“Sono una bailaora di flamenco”. La Malita scrive a Ticinolive

Mi chiamo Manuela Baldassarri in arte “La Malita”, classe 1978, nata e cresciuta a Bellinzona. Sono una “bailaora” professionista di flamenco. Incontrai quest’arte circa 20 anni fa in modo del tutto casuale durante il mio primo viaggio in Spagna e me ne innamorai fino a farla diventare una vera e propria professione, oltre che una grande passione.

Negli anni successivi tutta la mia formazione si svolse tra l’Italia e la Spagna, Siviglia per l’esattezza, luogo in cui mi trasferì definitivamente nel 2012.

Questi 20 anni di carriera come ballerina ed insegnante sono stati caratterizzati da grandi soddisfazioni, numerose collaborazioni con artisti di rilievo, e riconoscimenti importanti come l’aver vinto il primo premio nella categoria solisti professionisti durante il “Concorso Internacional de Flamenco Ciudad de Turin”.

Oltretutto in questi anni ho fatto parte in qualità di solista di due tra le più grandi Compagnie flamenche italo-spagnole quali “FlamenqueVive” di Bologna e “ArteyFlamenco” di Torino con le quali mi sono esibita in tournèe nei più importanti teatri del Paese, e anche in Svizzera.

Essendomi formata direttamente alla fonte e con le maggiori figure del baile flamenco, ho potuto approfondire in modo particolare la conoscenza della cultura flamenca in tutti i suoi aspetti e non solo quelli del “baile”, cosa che nell’arco del tempo mi ha portata ad essere considerata una tra le migliori “bailaoras” del panorama italiano, non solo come danzatrice ma sopratutto ed anche come insegnante. La mia vita professionale per molti anni si è di fatti svolta tra Spagna e Italia, dove venivo regolarmente ingaggiata per “workshops” o “masterclass” nelle più importanti città come Roma, Torino, Bologna, Milano, Firenze…ecc.

Nel 2017, durante la gravidanza, decisi di rientrare nella mia terra natale per dare l’opportunità a mio figlio di crescere nel paese di origine e vicino ai nonni. È stata una scelta dura e sofferta, ma assolutamente necessaria ed opportuna. Le priorità erano improvvisamente cambiate e dovetti fare delle scelte.

Nonostante il drastico cambio di stile di vita e contesto, non ho mai dimenticato il flamenco e ogni giorno che non ho potuto ballare ho sofferto la nostalgia di una parte della mia vita importante e irrinunciabile. A due anni di distanza il richiamo della passione non mi ha più concesso di aspettare e così da poco mi sono “rimessa le scarpe”, non solo per poter tornare a ballare, ma sopratutto con l’obbiettivo di iniziare a trasmettere, grazie al mio bagaglio di conoscenze ed esperienza, la cultura del flamenco nel luogo in cui sono nata e cresciuta, cioè la Svizzera italiana. Da poco ho iniziato a dare corsi di baile flamenco per principianti e intermedi sia a Giubiasco che a Mendrisio, ma il progetto più amplio prevede presto l’organizzazione per gli “aficionados” di rassegne di spettacoli ed eventi che vedranno coinvolti artisti provenienti direttamente dalla Spagna al fine di creare un vero e proprio movimento culturale flamenco in regione.

Manuela Baldassarri

— il mio sito internet è www.lamalita.com.

— sul canale Youtube 78Malita è possibile trovare diversi video miei sia durante spettacoli che workshop intensivi

Fotografie inviate dall’artista. Copyright Massimiliano Salvato