Monte Bianco: valanga travolge e uccide due sciatori di 32 e 28 anni

La montagna ha mietuto altre due vittime. Oggi una valanga caduta sul Monte Bianco, a 3mila metri d’altezza nei pressi della Punta Helbronner, ha travolto due sciatori che si trovavano nella zona. I soccorritori sono arrivati pochi minuti dopo la slavina ma purtroppo tutto ciò che hanno potuto fare per le due vittime è stato estrarre i loro corpi dalla neve. Sul posto sono intervenuti i soccorritori con due elicotteri, unità cinofile e i finanziari del Sagf di Entreves, riporta ANSA. Per adesso non ci sono notizie di altre persone decedute o disperse.

L’allerta è stata data da un altro sciatore che ha assistito all’intera scena. Il distacco è avvenuto poche centinaia di metri sotto la stazione della funivia Skyway, a metà strada tra il colle del Gigante e il canale Tassotti. Sarebbero una decina i testimoni che hanno visto l’incidente.

A perdere la vita il maestro di sci 28enne Edoardo Camardella, residente a La Thuile in provincia di Aosta. La seconda vittima è Luca Marini, 32 anni, di Savona. I due esperti sciatori stavano facendo un percorso fuoripista assieme ad altri tre amici quando la valanga si è abbattuta su di loro. Il canale che stavano percorrendo è famoso per essere molto impegnativo ed estremamente ripido. Dopo averli travolti la valanga li ha trascinati a valle e li ha scaraventati da una roccia con un salto di 300 metri. I finanzieri del Sagf hanno avviato un’indagine per fare luce sull’esatta dinamica dell’incidente. Gli altri tre amici dei due uomini fortunamente sono rimasti illesi.