Lugano riapre i suoi parchi a partire dal weekend

foto Wiki commons

Il Municipio ha deciso oggi la riapertura dei parchi pubblici, delle aree di svago e delle aree gioco della città nel fine settimana. Non saranno invece accessibili i campi da gioco, poiché gli sport di contatto sono vietati dalle direttive federali in materia di gestione COVID-19. La riapertura sarà accompagnata da una cartellonistica per sensibilizzare al rispetto delle norme di comportamento. Un atteggiamento responsabile è infatti essenziale affinché la popolazione possa fruire degli spazi verdi in modo sicuro.

Il Municipio desidera rimettere a disposizione dei cittadini le aree verdi e naturali senza introdurre restrizioni di orari o logistiche, monitorando tuttavia l’evolvere della situazione e intervenendo in caso di non rispetto delle regole di comportamento.

foto Ticinolive – Opera di Helidon Xhixha alla Foce

Pianificazione delle aperture
La città dispone di un’offerta di aree verdi ricca e variegata, con tipologie diverse fra loro: dai parchi urbani alle aree di svago, dalle aree gioco ai campi gioco. Tutte riapriranno entro il fine settimana, a eccezione dei campi da gioco, sulla base della normativa federale in vigore che non ammette gli sport di contatto.

Apertura dei parchi pubblici e di altre aree di particolare pregio: Parco Ciani e Foce del Cassarate su entrambe le sponde, Parco San Michele, Villa Florida, Parco Tassino, Villa Saroli, Villa Costanza, Villa Heleneum, Villa Negroni, area griglie Brè, Pian Casoro, percorso lungo il fiume Cassarate fino alla Stampa, sentiero di Gandria, Lanchetta.