“Memoriale di un anomalo omicida seriale” di Davide Buzzi

Il capitolo chiave del libro viene reso con un cortometraggio

Sarà online a partire da mercoledì 20 maggio 2020, alle ore 20.15 il cortometraggio intitolato “Nicolas Sagnier, il capitolo mancante”, ispirato al thriller di Davide Buzzi “Memoriale di un anomalo omicida seriale”.

Il corto è a tutti gli effetti un capitolo dello stesso romanzo, realizzato in audiovisivo. Un modo originale per regalare ai lettori un’esperienza in più.

«È il capitolo più importante del mio romanzo – spiega l’autore Davide Buzzi – il personaggio di Sagnier è la chiave di volta per comprendere il perché di alcune azioni del protagonista Antonio Scalonesi».

Il cortometraggio completa la storia di Antonio Scalonesi, omicida seriale, che il 21 novembre del 2011 entra spontaneamente nel palazzo della Procura della Repubblica e del Cantone Ticino di Lugano e chiede di incontrare l’allora Procuratore pubblico Giuseppe Cortesi, davanti al quale inizia a rivelare un racconto dai risvolti terribili e inimmaginabili. L’uomo confessa una lunga serie di delitti, a partire dal primo commesso nel 2004, che lo portano ad uccidere non solo in Ticino ma anche in Italia e Francia.

La stesura del romanzo, in formula spoof, ha visto la collaborazione di alcuni esperti del settore tra i quali l’ex Commissario capo della polizia scientifica del Cantone Ticino E. Scossa Baggi, gli avvocati Giovanni Martines e Amanda Rueckert, il Dr.med Orlando Del Don, Spec. FMH psichiatria, psicoterapia, psicopatologia del comportamento violento e criminologia, e altri ancora.

* * *

Davide Buzzi nasce il 31 dicembre 1968 ad Acquarossa (Svizzera). Cantautore e autore nel 2013 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo “Il mio nome è Leponte… Johnny Leponte” e nel 2017 il racconto breve “La Multa”. Fotografo di formazione, è attivo anche nel campo del giornalismo come membro di redazione del mensile “Voce di Blenio” e, da diversi anni, come inviato speciale di Radio Fiume Ticino al Festival di Sanremo.