Lituania e Colombia sabato sera a Poestate – Opera di Arminio Sciolli! – Intervista

Francesco de Maria  Dopo tanti anni questa è la prima Poestate virtuale, cioè solo online. Come sarà? Pensa che avrà successo?

Arminio Sciolli  Penso che non permettere di slittare una rassegna sia sempre positivo: in questo caso specifico sono convinto che Poestate tocchera` un pubblico piu` vasto e internazionale, forte del trimestre pandemico che ha favorito tutte le attivita` in rete.

Lei ha già collaborato parecchie volte con la geniale, infaticabile e indistruttibile Armida Demarta. È molto facile trattare con lei?

Sono felice che l`affermato brand Poestate consideri e accetti le proposte esotiche degli outsider come il Rivellino. Dimostra coraggio e determinazione.

Per la sera di sabato 6 giugno lei ha ideato e organizzato due momenti letterari di grande spessore, uno dedicato alla Lituania e un altro alla Colombia, con il “mostro sacro” Garcia Marquez e cinque poeti colombiani. Come è entrato in contatto con l’ambiente culturale lituano e che cosa ha già realizzato con quel paese baltico?

Francamente ho soltanto introdotto l`Ambasciata di Colombia e certi ambienti culturali e commerciali lituani ad Armida De Marta. Il programma l`ha costruito Poestate.

I miei tre figli portano del sangue lituano e son nati nel continente americano : avevo sposato una finalista di Miss Venezuela appartenente alla diaspora lituana in Sud America.

Per il resto all`EXPO di Astana curavo le performance artistiche all`esterno del Padiglione Italia attaccato al Padiglione Lituania che mi ha poi invitato ad organizzare eventi dal vivo anche da loro. Ho poi portato Peter Greenaway al MO Museum di Vilnius appena costruito da Libeskind e Peter ha preparato una mostra che avrebbe dovuto inaugurarsi il 2 aprile scorso. Ho poi invitato nel 2018 una delegazione lituana a Locarno per un evento denominato “10 giorni a Locarno”. Hanno partecipato la Biblioteca Nazionale della Lituania e diversi artisti legati al Padiglione EXPO Lituania e al MoMuzeum, nonche` delle aziende quali HoPro e Jura.

Una folta delegazione lituana venne al Rivellino nell’agosto 2018. Quali eventi artistici proposero?

Nel 2018 la Lituania festeggiava il suo Centenario e Jolita Vaitkute` realizzo` un ritratto monumentale dei fondatori della Patria all`interno del Rivellino.

Jurga Barilaite` invece prese letteralmente a pugni la facciata esterna rossa della terrazza del Rivellino per dipingere “Fight For Freedom” un manifesto inneggiante la lotta per la Liberta` delle Repubbliche Baltiche e delle Donne.

Irma Lescinskaite` porto` invece diversi quadri esposti ad Astana EXPO. Opere potentissime.

Zita Tellat-Kelpsaité, direttrice di Jura Mope Sea

Zita Tellat-Kelpsaite` porto` dei quadri dove le sue poesie venivano attraversate da personaggi e paesaggi bucolici. E infine dipinse una tela gigante assieme a Irma.

Il gigante fu il celeberrimo Antanas Sutkus, fotografo di Sartre, che assieme a Peter Greenaway insceno` degli interventi cinematografici ripresi da Misha Tognola.

Chi era il poeta Donelaitis e perché è così importante? Quali sono le caratteristiche fondamentali della sua poesia?

Il pastore luterano (si osservi che la Lituania e` profondamente cattolica) Kristijonas Donelaitis (1714-1780) compose il primo poema lituano in forma scritta, Metai (Stagioni), lungo poema epico in versi alessandrini (esametri) pubblicato nel 1818 in una rivista prussiana di Koenigsberg (attuale Kaliningrado), oggi considerato fondamento della lingua lituana (a lungo repressa dalle potenze vicine che si spartivano a turni I territori baltici) ed e` protetto dall`UNESCO come patrimonio dell`Umanita`. Interessante rilevare che il poema descrive l`oppressione esercitata sui lituani minori (lituani prussiani) dall`esercito prussiano spesso guidato da ufficiali e guardie svizzere.

Da chi e in quale forma verrà presentato al pubblico?

Zita Tellat-Kelpsaite` in abiti tradizionali lituani leggera` dalla fortezza di Klaipeda diversi passaggi, mentre Irma Lescinskaite` dipingera`delle opere inspirate a Metai. Il video e` spettacolare : con delle riprese panoramiche da un drone.

La notevole rivista lituana (e internazionale) Jura Mope Sea ha dedicato al festival Poestate uno splendido articolo. Pensa che potrà contribuire a far conoscere il nome di Lugano nel mondo?

Credo che Jura Mope Sea, organo ufficiale stampa della Lituania alle Esposizioni Universali, abbia pubblicato 5 copertine e molti piu` servizi dedicati al Ticino. Molte nazioni al mondo onorano con fior di citazioni e lapidi la presenza degli architetti ticinesi, spesso presi per italiani (ma le nostre autorita` non si son forse mai preoccupate) come i Tencalla che hanno edificato il Palazzo Ducale di Vilnius. Anzi, Vilnius e` una Capitale barocca costruita dagli artisti dei Laghi.

Agosto 2019. La Colombia rende visita al Ticino. Da destra: Ignazio Cassis, Sofia Gaviria Correa (ambasciatrice di Colombia a Berna), Oksana Mazourik, Filippo Lombardi e Arminio Sciolli

Adesso veniamo alla Colombia. Lei ha contatti in alto loco, l’ho vista in una foto in compagnia dell’ambasciatrice di Colombia a Berna (e di altre personalità di primo piano). Come ha conosciuto l’ambasciatrice? Interverrà personalmente all’evento (virtuale)?

Mio padre l`ambasciatore Dino Sciolli mi ha trascinato per mezzo pianeta durante la sua carriera diplomatica, e son pochi in Ticino quelli che apprezzano questo bagaglio. Devo dire che sono le donne ticinesi a saperne trarre profitto : Armida De Marta in primis. Donna Sofia, l`attivissima ambasciatrice della Colombia in Svizzera interverra` assieme al suo poker d`assi (ma qui la parola spetta a Poestate).

Ci parli dell’ “omaggio a Garcia Marquez”. Sarà una sua creazione? È un autore che conosce profondamente? Di lui quali opere predilige?

Io non faccio niente : l`idea e` dell`attaché culturale della missione colombiana, il poeta prodigio Sergio Velez che ha commissionato all`artista colombiana sposata a Zurigo Nubia Soledad Garcia, una serie di 99 disegni ispirati al romanzo di Gabor Cent`anni di Solitudine. La mostra avrebbe dovuto svolgersi il 3 di giugno – con Irma Lescinskaite` e Zita tellat-Kelpsaite`- nelle gallerie del Rivellino.

la dedica del Maestro, ambitissima

Cien anos de Soledad e` il piu` bel romanzo del XX Secolo (lo svizzero Via Mala di Knittel probabilmente posizionato al secondo posto), ma L`Autunno de Patriarca e La increible y triste historia de la candida Erendira y de su abuela desalmada sono altrettanto sublimi. Credo di aver letto tutti i romanzi e racconti di Marquez, anche le edizioni piratate : El negro que hizo esperar a los angeles o Ojos de perro azul (mi pregio ostentare quale gingillo di vanita` ai lettori di Ticinolive la dedica che mi presento` il Nobel a Caracas nel 1983).

Nel programma figurano i nomi di cinque poeti colombiani. Parliamone. Alcuni di loro (o magari tutti) sono affermati internazionalmente? Chi li presenterà al nostro pubblico?

Passo la parola a Poestate ma si tratta di una vera pleiade. Maestro Ospina, Premio Romulo Gallegos 2009 per il suo romanzo El pais de la canela (il piu` prestigioso concorso di America Latina) e` l`autore e poeta di espressione castigliana piu` papabile per il Nobel in Letteratura – e che gli auguro.

Per concludere, con una bella frase a effetto faccia gli auguri alla sua (e mia) amica Armida!

Complimenti per aver inventato Poestate, un brand che nessuno sta riuscendo a sostituire. Grazie Armida e non licenziarmi!

Esclusiva di Ticinolive